I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila
locandina di "Il Resto di Niente"

Cast

Interpreti:
Maria De Medeiros (Eleonora Fonseca Pimentel)
Rosario Sparno (Gennaro)
Raffaele Di Florio (Sanges)
Imma Villa (Graziella)
Lucia Ragni (Donna Crezia)
Ciro Di Maio (Vincenzo Russo)
Riccardo Zinna (Pasquale Tria)
Giovanni Esposito (Monaco)
Mimmo Esposito (Mario Pagano)
Raffaele Esposito (Domenico Cirillo)
Maria Grazia Grassini (Donna Vov Fonseca)
Stefania Graziosi (Catarina)
Francesco Guzzo (Giuseppe Logoteta)
Marco Manchisi (Pagliuchella)
Antonio Manzini (Carlo Lauberg)
Enzo Moscato (Filangieri)
Luca Nicolai (Antonio Fonseca Abate)
Federico Pacifici (Clemente Fonseca)
Ivan Polidoro (Vincenzo Cuoco)
Daniele Russo (Giuliano Colonna)
Luciano Saltarelli (Annibale Giordano)
Simone Spirito (Emanuele De Deo)
Filomena Iavarone (Assuntina)
Federico Torre (Francesco Conforti)
Luca Nicolaj (Antonio Fonseca Abate)
Andrea De Goyzueta (Domenico Fasulo)
Andrea Marrocco (Mario Pignatelli)
Emanuele Valenti (Giuseppe Marra)
Giovanni Del Prete (Lucio di Roccaromana)
Paolo Coletta (Gabriele Manthon)
Carlo Cerciello (Speciale)
Roberto Azzurro (Damiani)
Pietro De Silva (Guidobaldi)
Cesare Belsito (Re Ferdinando)
Giulia Weber (Maria Carolina)
Gino Curcione (Vecchio Cerimoniere)
Simon Edmond (Ammiraglio Nelson)
Nunzia Somma (Luisa Sanfelice)
Francesca Cutolo (Chiara Pignatelli)
Silvia Pasello (Maria Antonia Carafa)
Luisa Pasello (Giulia Carafa)
Isabella Jorno (Benedetta Tria)
Raffaella De Gaudio (Rosa Tria)
Annamaria Giannone (Grazia Tria)
Rita Montes (Suor Cannitella)
Maria Grazia Galasso (Serafina)
Enza Di Blasio (Russulella, 1 Detenuta che Canta)
Pina Cipriani (2 Detenuta che Canta)
Pio Del Prete (Peggio)
Franco Pennasilico (Mandriere)
Carlo Carotenuto (Ufficiale Lazzaro)
Vincenzo Merolla (Cieco Ghironda)
Carlo Guitto (Michele o Pazzo)
Luigi Iacuzio

Soggetto:
Enzo Striano
Antonietta De Lillo
Giuseppe Rocca

Sceneggiatura:
Giuseppe Rocca
Antonietta De Lillo (collaborazione)
Laura Sabatino (collaborazione)

Musiche:
Daniele Sepe

Montaggio:
Giogio' Franchini

Costumi:
Daniela Ciancio

Scenografia:
Beatrice Scarpato

Effetti:
Sergio Cremasco
Guido Pappad
Andrea Baracca
Armando Lombardo
Paolo Acri
Ludovico Bettarello
Giuseppe Improta

Fotografia:
Cesare Accetta

Suono:
Stefano Grosso
Roberto Cappannelli
Andrea Lancia

Casting:
Stefania De Santis

Aiuto regista:
Cinzia Castania

Produttore:
Mariella Li Sacchi
Amedeo Letizia

Aiuto Operatore:
Fiamma Marchione

Il Resto di Niente


Regia: Antonietta De Lillo
Anno di produzione: 2003
Durata: 103'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico/storico
Paese: Italia
Produzione: Factory, Film Corsari
Distributore: Istituto Luce
Data di uscita: 23/03/2005
Formato di proiezione: 35mm, colore
Ufficio Stampa: Studio PUNTOeVIRGOLA
Vendite Estere: Revolver
Titolo originale: Il Resto di Niente
Altri titoli: The Remains Of Nothing - Gar Nichts - O Resto de Nada

Recensioni di :
- BFM32 - IL RESTO DI NIENTE, un film estetico e musicale

Sinossi: Verso la fine del 1700 una nobildonna portoghese apparentemente fragile, sposa le idee della rivoluzione, pur avvertendone i limiti e i punti deboli, e decide di lottare per l'affermazione di questi ideali. Nel tentativo di scuotere anche Napoli al vento rivoluzionario che in quel momento soffiava in Europa, all'et di 47 anni finisce sul patibolo, travolta insieme a centinaia di suoi compagni dal furore della rappresaglia borbonica. Questa donna Eleonora Pimentel de Fonseca, poetessa, scrittrice, giornalista, un'intellettuale coraggiosa...

Ambientazione: Roma / Napoli

"Il Resto di Niente" stato sostenuto da:
Ministero per i Beni e le Attivit Culturali (MiBAC)


Libro sul film "Il Resto di Niente":
"Il Resto di Niente. Storia di Eleonora de Fonseca Pimentel e della rivoluzione napoletana del 1799"
di Enzo Striano, 372 pp, Rizzoli, collana Piccola Biblioteca la Scala, 2001
prezzo di copertina: 11,50


Libri correlati:
"Il Resto di Niente"
di Enzo Striano, 402 pp, Mondadori, collana Oscar Classici Moderni, 2005
Nuova versione del romanzo uscita dopo il film
prezzo di copertina: 7,50


Note:
Eleonora Pimentel Fonseca nasce nel 1752 a Roma da famiglia portoghese, si trasferisce bambina a Napoli dove riceve solida istruzione letteraria e scientifica. Sposata, per interesse, al greve conte Pasquale Tria de Solis, si separa da lui dopo solo due anni di violenze e umiliazioni, perdendo, tra laltro, il suo unico bambino. Entrata in Arcadia e in altre accademie letterarie, scrive componimenti doccasione per la famiglia reale e appoggia anche Ferdinando IV in una vertenza contro il tributo medievale della chinea; ma venuta, poi, in contatto con la filosofia e il pensiero politico doltralpe e profilatasi una netta frattura tra Monarchia e intellighenzia, aderisce al gruppo dei giacobini e viene imprigionata nel 1798. Scarcerata, con lavanzare dei francesi e la fuga in Sicilia del re, ha un ruolo di primo piano nella presa di Castel S.Elmo e nella proclamazione della Repubblica partenopea. Viene impiccata il 17 agosto del 1799, con i principali responsabili di quel colpo di Stato, che pur avendo patteggiato una resa onorevole con il Borbone, vengono condannati a morte, su istigazione di Orazio Nelson.

Video


Foto