I Viaggi Di Roby

Italiani Brava Gente 2010: cinque documentari
in concorso, incontri con gli autori, proiezioni
speciali ed inedite tavole rotonde


Italiani Brava Gente 2010: cinque documentari in concorso, incontri con gli autori, proiezioni speciali ed inedite tavole rotonde
Nel momento in cui il nostro bel Paese continua ad interrogarsi su fattori e conseguenze arrecati dalla crescente crisi, a distanza di un anno dalla tragedia dell’Aquila, torna in scena un festival nato con l’intento di approfondire e discutere i temi più caldi della società italiana.
Dopo una ricca prima edizione, che aveva visto trionfare “Vota Provenzano” di Salvatore Fronio e “Improvvisamente l’Inverno Scorso” di Gustav Hofer e Luca Ragazzi, quest’anno Italiani Brava Gente proporrà al suo pubblico una vasta scelta di appuntamenti, dai cinque documentari in concorso agli incontri con gli autori, da speciali proiezioni a inedite tavole rotonde.

Il compito di aprire il festival nella giornata di venerdì 9 aprile, sarà affidato ai registi Pietro Pelliccione e Mauro Rubeo, autori de "L'Aquila Bella Mè", prima parte di un lungo lavoro di documentazione sugli effetti del terremoto avvenuto lo scorso anno. Seguiranno la proiezione del documentario su Tangentopoli "Repubblica Nostra" di Daniele Incalcaterra, un incontro-dibattito sull’attuale stato della televisione italiana “Nuovi occhi per la Tv”, condotto da Lorella Zanardo e Cesare Cantù e la proiezione del documentario italiano più premiato nel 2009, “Videocracy” di Erik Gandini.

Nella giornata di sabato 10 aprile avrà inizio il concorso 2010 con la proiezione dei cinque documentari selezionati. Apriranno “L'Italia Del Nostro Scontento" di Elisa Fuksas, Lucrezia Le Moli e Francesca Muci e "Debito Di Ossigeno" di Giovanni Calamari. Le successive tre proiezioni saranno seguite dagli incontri con gli autori e vedranno protagonisti Stefano De Felici e Sara Donati per “Caccia Grossa”, Felice Farina per “Di Me Cosa Ne Sai” di Valerio Jalongo e Gregorio Paonessa per “Armando e la Politica” di Chiara Malta. Chiuderà la serata la proiezione del film “L’Uomo che Verrà” e l’incontro con il regista Giorgio Diritti, presidente di giuria di questa seconda edizioni del festival.

In chiusura, domenica 11 aprile, verranno riproiettati i cinque lavori in concorso e avranno luogo gli incontri con i registi Giovanni Calamari e Lucrezia Le Moli. Al termine della cerimonia di premiazione, la giornalista Roberta Gisotti e Cesare Cantù, illustreranno al pubblico i legami tra pubblico e televisione nell’incontro"Sveliamo come funziona l'Auditel", che aprirà la Campagna Nazionale per la Riforma dell'Auditel. Chiuderà in serata la proiezione del lungometraggio "Fuga Dal Call Center" di Federico Rizzo.

07/04/2010, 19:35

Antonio Capellupo