OFF - Ortigia Film festival
I viaggi di Roby

Restiamo Amici


Regia: Antonello Grimaldi
Anno di produzione: 2018
Durata: 87'
Tipologia: lungometraggio
Paese: Italia
Produzione: Minerva Pictures Group, Rai Cinema
Distributore: 01 Distribution
Data di uscita: 04/07/2019
Formato di proiezione: DCP, colore
Ufficio Stampa: Ornato Comunicazione / Minerva Pictures Ufficio Stampa
Titolo originale: Restiamo Amici

Recensioni di :
- RESTIAMO AMICI - Tre amici e un'improbabile truffa

Sinossi: Alessandro Colonna, pediatra ospedaliero, vive con Giacomo, suo figlio adolescente tra panni sporchi e cartoni di surgelati da quando Maria è morta prematuramente. Amici e suoceri lo esortano: a 44 anni dovrebbe recuperare lo slancio e trovare un nuovo amore.
Una telefonata giunge improvvisa. E’ Fatima dal Brasile, dove vive con Gigi, il suo migliore amico che è malato e chiede di lui. Non è uno dei suoi scherzi cretini. Gigi, il re della goliardia, vuole vederlo al più presto ma non dovrà dirlo a nessuno. Alessandro, vedovo sull’orlo della depressione, si ritrova di colpo nella ridente isola di Natal.
La bellissima Fatima lo accompagna da Gigi sofferente, al traguardo di una vita a cento all’ora. In punto di morte Gigi gli chiede aiuto. Il padre gli ha lasciato un’eredità vincolata perché destinata a un nipote. Ma lui non ha figli. Soluzione: fingere con l’aiuto di Alessandro la sua dipartita e inventarsi in Giacomo un erede. Con la sua (finta) morte potrà intestare i soldi a un figlio naturale al compimento dei diciotto anni. Alessandro è allibito: fingere che Maria abbia concepito il loro figlio con lo scapestrato Gigi? La posta in gioco saranno pure tre milioni di euro, ma è una truffa e non può accettare nonostante la malattia dell’amico.
Alessandro torna alla sua vita: l’ospedale, il mutuo, le uscite con Leo, il terzo amico a cui nasconde tutto, i diciott’anni imminenti di Giacomo e la macchina che vorrebbe regalargli ma non ha una lira. Tutto come prima, tranne che per due avvenimenti: l’incontro con Bianca, affascinate madre della ragazza di suo figlio… e la morte improvvisa di Gigi.
Tormentato per non averlo aiutato, ad Alessandro sulla tomba di Maria “riappare” proprio Gigi, l’amico del cuore. Ha inscenato un finto funerale per assistere al discorso commosso di Ale e ora è tornato alla carica. Tre milioni di cui uno per il futuro di Giacomo! Non è una rapina, sono soldi suoi che altrimenti terrà la banca perché non ha figli e sta per morire! Davanti allo sguardo di Maria, sorridente nella foto della lapide, Alessandro è alle strette: non può rifiutare.
In Svizzera, da Brenner, notaio dagli occhi di ghiaccio, Alessandro tesissimo, apprende però una notizia inaspettata: Gigi ha già un erede, un figlio naturale con tanto di prova del dna ma la privacy impone l’anonimato. Gigi nega con fermezza di aver avuto figli e per Alessandro l’avventura finirebbe qui se non fosse che, in modo casuale, i loro sospetti cadono sulla loro vecchia amica di liceo Marta. Ma amnesie di gioventù da oppiacei e alcool non aiutano Gigi a focalizzare un amplesso tra loro. Per questo, in un rocambolesco inseguimento, i due amici tornano ragazzi per l’ultima cazzata della vita: prelevare il dna del figlio di Marta.
In un coraggio che inizia piano a riaccendersi, è come se la folle proposta di Gigi riattivi in Alessandro una nuova vitalità. In quei giorni esce con Bianca superando un’ansia da prestazione che sembrava irrisolvibile. Lei è bella, dolce e gli domanda solo sincerità ….

La stessa che si incrina in Giacomo quando trova casualmente i falsi documenti in cui è indicato come figlio naturale. Il ragazzo non crede al padre che è costretto a raccontare tutto e a portarlo da Gigi nel cuore della notte. Colto di sorpresa, l’amico si scopre sanissimo e non affatto malato, mentre festeggia in un festone brasiliano. Alessandro va su tutte le furie e Giacomo è davvero deluso dal mondo di adulti che non capisce più. Non si capisce nemmeno intanto come abbia fatto Marta a falsificare il dna perché grazie all’ospedale, Alessandro scopre che Gigi non è davvero padre del figlio di Marta. Il suo amico è un bugiardo a metà.
Il gesto inaspettato di Leo che tenta il suicidio per sfuggire a una vita infelice di debiti riavvicina i tre moschettieri come una volta. Dopo vent’anni, di nuovo insieme a gestire l’avventura più incredibile della loro amicizia. Messo a parte il terzo amico del guaio in cui si trovano, lo coinvolgono dietro la promessa di una quota anche per lui.
Un resuscitato Gigi in un blitz fulminante si rivela a Marta Rossi, e dietro ricatto, la obbliga a recarsi in Svizzera con la complicità di Alessandro per riscuotere la somma e dividerla in parti uguali.
La piccola banda di simpatici disonesti sembra avercela fatta ma qualcosa va storto. Uno scippo fatale incrina l’idillio. Marta e Brenner hanno una relazione e si scoprono complici. Per questo inscenano una truffa nella truffa. Ciò che accade è una valanga di inseguimenti ed escamotages per recuperare la somma sperata. Tra colpi di scena e malintesi, Gigi si trasforma in un esperto truffatore e Alessandro in un vitalissimo ed energico eroe. Solo alla fine, esausti riescono a depositare la somma in banca.
E’ Giacomo a raccontare tutto a Bianca che al ritorno di Alessandro ha deciso di interrompere una relazione troppo velata da ombre e falsità. In uno slancio di grande maturità il ragazzo vuole rivedere il papà di nuovo felice e ricuce una relazione che sembrava perduta.
E’ un nuovo Alessandro, innamorato di una donna, della vita e della speranza di un futuro più roseo quello che va in banca con Gigi e Leo eccitati come ragazzini. Ma l’entusiasmo dura il brivido di un attimo: la cassetta della somma è totalmente vuota. Fatima, la fidanzata brasiliana di Gigi, è già in volo per Natal in prima classe.
L'espressione di Gigi è così buffa, sconcertata e congelata, che pur nella tragedia del momento Alessandro si volta verso di lui e non riesce a trattenere una risata. Comincia a ridere così tanto, da contagiare Leo. E su questa risata così plateale e di cuore termina un’avventura dove l’amore e l’amicizia hanno riunito e cambiato le vite di tre amici dopo vent’anni.

Ambientazione: Trentino

Periodo delle riprese: Novembre 2017 - Dicembre 2017 per sei settimana

"Restiamo Amici" è stato sostenuto da:
MIBACT
Regione Lazio
Trentino Film Commission


Libro sul film "Restiamo Amici":
"Si puà essere sempre amici"
di Bruno Burbi, 335 pp, Newton Compton, collana Anagramma, 2008
Quando il dolore per una perdita rende indifferenti a tutto, una telefonata può riaccendere l'amore per la vita. In "Una morte perfetta ma non troppo" il telefono squilla per Alessandro, un medico di quarantaquattro anni che ha perso la moglie da poco. Dall'altra parte dell'apparecchio c'è Luigi, l'amico di sempre, che lo sta chiamando dal Brasile lamentandosi di essere in grave pericolo. Alessandro parte immediatamente ma, all'arrivo, scopre subito che l'allarme lanciato da Luigi non è altro che una bugia necessaria a organizzare una truffa ai danni di una banca. Tanto ricco quanto dissoluto, Luigi si è innamorato perdutamente di una donna e gli servono subito dei soldi. Per questo, l'unica soluzione consiste nell'inscenare la sua morte e organizzare il rientro della sua salma in Italia per trasferire la somma al suo primogenito.
prezzo di copertina: 8,99


Note:
Il film sostiene il progetto “Moviement - Al Cinema. Tutto l’Anno”.

Video


Foto