I viaggi di Roby
Cinema Aquila

Pinuccio Lovero – Sogno di una Morte di Mezza Estate


Regia: Pippo Mezzapesa
Anno di produzione: 2008
Durata: 65'
Tipologia: documentario
Genere: biografico/sociale
Paese: Italia
Produzione: Vivo film, Makò Show&Tourism, Fanfara Film
Distributore: Vivo Film
Data di uscita: n.d.
Formato di ripresa: HD/DCP
Formato di proiezione: HD, colore
Ufficio Stampa: Rosalba Ruggeri / Fandango Press Office
Titolo originale: Pinuccio Lovero – Sogno di una Morte di Mezza Estate
Altri titoli: A Midsummer Death's Dream

Sinossi: Pinuccio Lovero sogna da sempre di fare il becchino. A quarant’anni finalmente è stato assunto a tempo determinato come custode del cimitero di Mariotto, frazione di Bitonto, profondo Sud bollente. Nel mezzo di un’estate torrida, aspetta il suo primo funerale. Perché, dal giorno del suo arrivo cinque mesi fa a Mariotto nessuno è ancora passato a miglior vita. Pinuccio smania, i paesani esultano. Ma, prima o poi, qualcuno morirà e Pinuccio fiducioso aspetta, fermo davanti al cancello del “suo” cimitero.Le giornate scorrono così tra il giardino del cimitero da sistemare, qualche lapide da pulire o scalpellare, i fiori da innaffiare, qualsiasi buon ufficio da compiere e, lontano dal cimitero, assecondando la sua amatissima musica. Pinuccio è infatti factotum della banda cittadina, autista di una locale big band, nonché compositore di improbabili canzoni.
Il becchino precario e inespresso Pinuccio Lovero e tutti coloro che partecipano quotidianamente alla sua vita offrono così l’occasione di un viaggio in una provincia meridionale fotografata a un passo dalla sua inesorabile estinzione. Zona protetta ancora per poco, fatta di devozione, feste di paese, coralità, vicoli e dialetto. Pinuccio si rivela una guida ideale nel raccontare una vita, la sua, precaria in ogni senso, ma nel corso del racconto lo scopriamo anche, poco a poco, come un filosofo del quotidiano capace di esporre tesi esilaranti, bizzarre e tuttavia condivisibili sul senso della morte, dell’amore e del lavoro.

Ambientazione: Mariotto (BA) / Bitonto (BA)

"" è stato sostenuto da:
Apulia Film Commission
Comune di Bitonto


Video


Foto