I Viaggi Di Roby

Piazza Garibaldi


Regia: Davide Ferrario
Anno di produzione: 2011
Durata: 106’
Tipologia: documentario
Genere: road-movie/sociale/storico
Paese: Italia
Produzione: Rossofuoco; in collaborazione con Rai Cinema
Distributore: Cinecittà Luce
Data di uscita: n.d.
Formato di ripresa: HD Cam
Formato di proiezione: 35mm, colore
Ufficio Stampa: Marzia Milanesi Comunicazione per il Cinema / Ufficio Stampa Cinecittà Luce
Titolo originale: Piazza Garibaldi

Recensioni di :
- "Piazza Garibaldi": un'istantanea non ideologica di un secolo e mezzo di identità italiana
- PIAZZA GARIBALDI: l'Italia è morta, celebriamo la sua storia

Sinossi: “Piazza Garibaldi” è un toponimo che si incontra in qualsiasi città italiana. E’ la metafora della nazione e della sua storia. Come nel fortunato e premiato La strada di Levi, Ferrario si mette in viaggio: stavolta sulle orme della spedizione dei Mille. L’obiettivo: verificare il rapporto tra passato e presente, partendo da Bergamo, una volta “Città dei Mille” e oggi roccaforte padana, per arrivare fino a Teano.
Il percorso è pieno di sorprese, incontri, riflessioni: un grande road movie attraverso la storia e la geografia del paese, cercando di rispondere a una domanda assillante: perché noi italiani non riusciamo più a immaginarci un futuro?

Ambientazione: Bergamo / Pavia / Torino / Genova / Caprera / Marsala / Calatafimi / Palermo / Milazzo / Calabria / Basilicata / Napoli / Teano

"Piazza Garibaldi" è stato sostenuto da:
Regione Piemonte
Film Commission Torino Piemonte


Note:
Il documentario è realizzato in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia.
TESTI CITATI NEL FILM
- Marco Paolini legge UMBERTO SABA adattato da “Scorciatoie e raccontini”, 1946
- Luciana Littizzetto legge GIACOMO LEOPARDI, adattato da “Discorso sopra lo stato presente dei
costumi degl’Italiani”, 1824
- Filippo Timi legge ALBERTO SAVINIO, adattato da “Immortalità degli italiani”, 1944
- Salvatore Cantalupo legge LUCIANO BIANCIARDI, adattato da “Da Quarto a Torino”, 1960
- LETTURE GARIBALDINE tratte dalle lettere e dai diari di: Giulio Cesare Abba, Giulio Adamoli, Enrico Cairoli, Giuseppe Fedele Carini, Daniele De Angelis, Antonio Mantovani, Luigi Musini e Ippolito Nievo.
Gli INSERTI CINEMATOGRAFICI presenti nel documentario sono tratti dal film "Il Piccolo Garibaldino" di autore ignoto, produzione Cines (1909).


Video


Foto