Meno di 30
I Viaggi di Robi

FILM IN TV - I consigli di CinemaItaliano per venerdì 13/3


FILM IN TV - I consigli di CinemaItaliano per venerdì 13/3
Piazza Garibaldi
Rai5 (canale 23) propone un bel documentario italiano in prima serata, alle 21.15 c'è "Piazza Garibaldi" di Davide Ferrario (omaggiato in questi giorni a Torino dal Piemonte Movie gLocal Film Festival).
"Piazza Garibaldi" è lo specchio di un paese che compie 150 anni e scopre di aver già passato - senza forse essersene accorto - il suo periodo migliore, arrivato ormai al tramonto di un'esistenza. "Non è un dramma - ha detto il regista in sala - bisogna solo capirlo e accettarlo. Tutti sappiamo che prima o poi dobbiamo morire, questo però non ci impedisce di vivere una vita piena e soddisfacente".

Nella notte su Rai Movie (canale 24) all'1.50 è in programma "Gli sfiorati" di Matteo Rovere, con Andrea Bosca e Miriam Giovanelli.
Rovere gira piuttosto bene e con apprezzabile coerenza, utilizzando anche con sapienza la dovizia dei mezzi tecnici a disposizione; raccontandoci dei suoi sfiorati, quelli nei quali almeno inizialmente non è difficile riconoscersi, non accetta facili compromessi e persegue rigorosamente la cifra stilistica che ha scelto.

Inevitabile soffermarsi infine sull'omaggio che Fuori Orario e Raitre offrono a Luca Ronconi questa notte, a partire dalle 2.

PAROLA (SU UNA) DATA: LUCA RONCONI
(2001-2004) di Enrico Ghezzi Con Luca Ronconi
"Parola (su una) data" è il titolo dato da enrico ghezzi a una serie di interviste e vagabondaggi intorno alla data dell' 11 settembre 2001.

ORLANDO FURIOSO 1^ PARTE
(1974) di Luca Ronconi
Con Massimo Foschi, Ottavia Piccolo, Luigi Diberti, Edmondo Aldini, Pierangelo Civera 1^, 2^ e 3^ Puntata
Per i cinquecento anni dalla nascita dell'Ariosto una delle produzioni straordinarie della televisione italiana, la versi one 'lunga' in cinque puntate dell'Orlando Furioso 'riscritto' da Edoardo Sanguineti e 'messo in scena' da Luca Ronconi, con la fotografia di Vittorio Storaro. La messa in scena televisiva fu realizzata a cinque anni di distanza dal debutto al festival d i Spoleto del 1969 (nella chiesa di S. Nicolò) dello spettacolo teatrale che aveva rivoluzionato il Teatro italiano e consacrato il regista di una fama di creatore di suprema 'stravaganza'. È un ulteriore reinterpretazione e moltiplicazione del testo e d ella messa in scena teatrale: contaminando mezzi eterogenei, macchine sceniche, linguaggi e procedimenti, Ronconi restituì anche qui quella semplice sagra del meraviglioso che giustifica il fascino dell'opera dell'Ariosto.

LABORATORIO TEATRALE DI LUCA RONCONI
(1977) Regia di Miklós Jancsó
Con Miriam Acevedo, Marisa Fabbri, Antonello Fassari, Luca Ronconi, Tullio Valli, Gabriella Zamparini
Il regista ungherese Mklòs Jancsò realizza nei 1997 per Rai 2, un programma sul "Calderon" di Pier Paolo Pasolini, messo in scena dal Laboratorio Teatrale di Prato per la regia di Ronconi. Per Jancsò lo spettacolo è un'occasione per esplorare l'universo pasoliniano. Dalla gigantesca pedana che ingloba anche la platea e lo spazio scenico dove si muovono gli attori, il pubbl ico assiste dai palchi dove un enorme ritratto di Pier Paolo Pasolini, spettatore immaginario, sovrasta su tutta l'azione. Gae Aulentì è l' autrice delle scenografie, ispirate al famoso quadro di Velazquez Las Meninas.

13/03/2015, 08:30

Carlo Griseri