I viaggi di Roby
Cinema Aquila
locandina di "Il Confine"

Cast

Interpreti:
Filippo Scicchitano (Bruno Furian)
Caterina Shulha (Emma Cattonar)
Alan Cappelli Goetz (Franz Von Helfert)
Niccolò Gentili (Giacomo)
Stefano Dionisi (Davide Cattonar)
Fiorenza Tessari (Agnese Furian)
Edoardo Purgatori (Caporale Dalmasso)
Roberto Chevalier (Salandra)
Fabrizia Sacchi (Esther)
Massimo Popolizio (Generale Cadorna)
Alessandro Sperduti (Ruggero)
Massimo De Lorenzo (Sottotenente Parenzo)
Simone Colombari (Generale Badoglio)
Alessandro Sanguigni (Luigi Pasini)
Matt Patresi (Biagio Furian)
Jesus Emiliano Coltorti (Capitano Ornaghi)
Luigi Petrucci (Generale Capello)
Fulvio Falzarano (Professor Zanier)
Roberto Gudese (Sergente Ferraris)
Irene Splendorini (Aurora)
Riccardo Maschi (Nazzario)
Federico Rossi (Caporale Berardi)
Johannes Brandrup (Barone Von Helfert)

Soggetto:
Laura Ippoliti

Sceneggiatura:
Laura Ippoliti
Andrea Purgatori
Carlo Carlei (Collaborazione)

Musiche:
Giovanni Rotondo

Montaggio:
Carlo Fontana

Costumi:
Luigi Bonanno

Scenografia:
Carmelo Agate
Sergio Tribastone (Arredatore)

Fotografia:
Gino Sgreva

Suono:
Massimo Pisa

Casting:
Adriana Sabbatini

Aiuto regista:
Luca Lachin

Produttore:
Mario Mauri
Lorenza Bizzarri (Rai)

Organizzatore Generale:
Marco Giannoni

Direttore di Produzione:
Gianluca Ottone

Regia 2° Unità:
Paolo Zeccara

Edizione:
Gianni Monciotti

Story Editor PayperMoon Italia:
Laura Fischetto

Produttore Esecutivo:
Riccardo Cardarelli

Consulente Storico:
Stefano Rossi (III)

Il Confine


Regia: Carlo Carlei
Anno di produzione: 2015
Durata: 100' x 2 ep.
Tipologia: film-tv
Genere: drammatico
Paese: Italia
Produzione: Paypermoon
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: HD, colore
Ufficio Stampa: Rai Fiction / Reggi & Spizzichino
Titolo originale: Il Confine

Sinossi: L’insensatezza della guerra e la forza dell’amore raccontate attraverso la storia di tre giovani indissolubilmente legati tra loro sul drammatico sfondo del primo conflitto mondiale.
Trieste. Travolti dagli eventi bellici, Emma, figlia di un commerciante ebreo, Franz, figlio di un rigido militare Austriaco, e Bruno, figlio di un operaio e fratello di uno dei più vivaci protagonisti dell’irredentismo triestino, saranno costretti a rinunciare alla propria giovinezza, entrando prematuramente nell’età adulta.
Si perderanno e si ritroveranno, profondamente uguali a se stessi, nonostante la loro amicizia sia costantemente messa a dura prova. Lotteranno per sopravvivere e per salvare non solo chi amano, ma anche ciò in cui credono.

"Il Confine" è stato sostenuto da:
Esercito Italiano
Centenario Prima Guerra Mondiale
Regione Lazio (Fondo Regionale per il Cinema e l'Audiovisivo)
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Friuli Venezia Giulia Film Commission


Note:
NOTA TECNICA
Per affrontare al meglio la complessità narrativa e le difficoltà produttive che una serie in costume ambientata negli anni della Grande Guerra pone dal punto di vista storiografico e pratico ci siamo avvalsi della collaborazione di Stefano Rossi, già Ufficiale in SPE degli Alpini, oggi saggista e scrittore per riviste del settore storicotecnico-militare, un consulente storico in grado di supportarci nella realizzazione di una miniserie che sappia raccontare con dovizia di particolari, con cura per i dettagli e, soprattutto, con rigore e coerenza il vissuto quotidiano negli anni del primo conflitto bellico.
La Prima Guerra Mondiale ha lasciato sulle Alpi molte tracce, ben visibili ancora oggi, a quasi 100 anni dalla sua conclusione. Molti posti negli ultimi anni sono stati riattati, grazie ad una legge dello Stato (n. 78 del 7 marzo 2001) sulla Conservazione e la Valorizzazione del patrimonio storico della Grande Guerra e grazie agli Enti locali che hanno avuto il contributo delle Forze Armate (Comando Truppe Alpine in testa). In particolare si possono ancora visitare le trincee, i forti, i baraccamenti, le postazioni ed i camminamenti, spesso arroccati in posti quasi inaccessibili, che furono costruiti a mano dalle nostre truppe ed utilizzati durante il Conflitto.
Il nostro consulente si è quindi occupato di verificare sempre la verosimiglianza delle location usate, gli equipaggiamenti, le armi, i materiali, le uniformi.
In particolare, le uniformi sono state realizzate basandosi su pezzi originali o su documentazione d’epoca.


Video


Foto