I viaggi di Roby
locandina di "Si fa Presto a dire Amore"

Cast

Interpreti:
Enrico Brignano (Enrico)
Vittoria Belvedere (Silvana)
Samuela Sardo (Elvira)
Isabel Pérez (Martha)
Corrado Olmi (Padre di Enrico)
Pia Velsi (Madre di Enrico)
Luigi Diberti (Padre di Silvana/Zio Gusberto)
Mariolina De Fano (Madre di Silvana)
Evelina Gori (Rosa, la Vecchietta)
Mario Donatone (Gonzalo)
Zoe Incrocci (Zia Iole)
Patrizia Loreti (Padrona della Mansarda)
Antonello Liegi (Alfredo)
Antonio Conte (Riccardo)
Paolo Giovannucci (Giacomo)
Francesco Maria Dominedò (Broccoletto)
Raffaele Vannoli (Ercole)
Francesco Guzzo (Spallone)
Massimiliano Bruno (Ettore)
Mario Improta (Marco)
Valery Madigar (Claudio)
Antonello Morroni (“Er Pantera”)
Massimo De Santis (Ivano)
Antonio Friello (Alvaro)
Mauro Pirovano (Bancario)
Pietro De Silva (Benzinaio)
Christian Marazziti (Fabrì, il Barista)
Marco Mellini (Figlio di Martha)
Federico Torre (Comm. Aula Conc.)
Young Yoo (Filippina)
Raul Bolanos Z. (Cameriere)

Soggetto:
Augusto Caminito
Natalia Gambino

Sceneggiatura:
Augusto Caminito
Natalia Gambino
Enrico Brignano
Roberto Leoni

Musiche:
Agostino Penna

Montaggio:
Nicola Barnaba

Costumi:
Gaia Guidotti

Scenografia:
Eleonora Ponzoni

Fotografia:
Paolo Rossato

Suono:
Mario Iaquone
Andrea Lancia
Luigi Melchionda

Produttore:
Marco Poccioni
Marco Valsania
Umberto Massa
Valerio Bariletti

Si fa Presto a dire Amore


Regia: Enrico Brignano
Anno di produzione: 2000
Durata: 95'
Tipologia: lungometraggio
Genere: commedia
Paese: Italia
Produzione: Medusa Film, Rodeo Drive, Kubla Khan; in collaborazione con Tele +, Sagittario Film
Distributore: Medusa Distribuzione
Data di uscita: 06/10/2000
Formato di proiezione: 35mm, colore
Ufficio Stampa: Viviana Ronzitti
Titolo originale: Si fa Presto a dire Amore
Altri titoli: Meglio Lasciar Perdere

Sinossi: Enrico ha 30 anni, è un giovane “disoccupato cronico”, un po’ “cocco di mamma” che trascorre la sua vita tra gli amici del baretto sotto casa e i concorsi più disparati (Orchestra Filarmonica di Forlì, Aiuto Contabile del Sulci, ecc.).
Ma il suo mondo pieno di apparenti certezze crolla nel momento in cui la sua fidanzata di sempre, Silvana, lo lascia all’improvviso senza una spiegazione.
Fra maldestri propositi di suicidio, divagazioni “filosofeggianti” con Alfredo, l’amico idraulico che Enrico ritiene il suo “guru” e le frecciatine velenose del “caro” amico Giacomo al bar, entra casualmente nella vita “sfigata” di Enrico un’altra donna, Elvira.
Anche lei è stata mollata dal ragazzo e porta avanti “infruttuosi” tentativi di suicidio. I due fraternizzano, accomunati dalle reciproche sventure sentimentali, ed iniziano a frequentarsi trovando conforto nel parlar male, anzi malissimo dei loro ex.
Tra una pizza e l’altra, finiscono per fidanzarsi quasi ufficialmente con tanto di presentazione di Elvira ai genitori di Enrico.
Quando la situazione sembra volgere al meglio e la vita di Enrico sembra essere di nuovo serena riappare prepotentemente sulla scena Silvana.
Incapace di decidere tra le due donne, Enrico si ritrova ora a barcamenarsi con sforzi sempre maggiori tra due complicate storie parallele.
La sua vita sentimentale si fa sempre più ingarbugliata ed incontrollabile e come se non bastasse una terza donna, Martha, straniera, bellissima e misteriosa, lo porta lontano… lontano da una qualsiasi soluzione.
Arrivato a questo punto è però inevitabile una scelta…

Note:
Collaborazione alla regia di Bruno Nappi.

Video


Foto