I Viaggi Di Roby
locandina di "La Cena di Natale"

Cast

Interpreti:
Riccardo Scamarcio (Damiano)
Michele Placido (Don Mimì)
Laura Chiatti (Chiara)
Maria Pia Calzone (Ninella)
Antonella Attili (Matilde)
Veronica Pivetti (Zia Pina)
Eugenio Franceschini (Orlando)
Antonio Gerardi (Franco Torres)
Eva Riccobono (Daniela)
Dario Aita (Mario Labbate)
Giulia Elettra Gorietti (Debora)
Uccio De Santis (Don Gianni)
Ivana Lotito (Mariangela)
Angela Semerano (Nancy)
Crescenza Guarnieri (Signora Labbate)
Angelo De Matteis (Cosimo)
Cristel Caccetta (Carmelina)

Soggetto:
Luca Bianchini
Piero Bodrato
Marco Ponti

Sceneggiatura:
Luca Bianchini
Piero Bodrato
Marco Ponti

Musiche:
Gigi Meroni
Emma Marrone (Brano "Quando le canzoni finiranno")

Montaggio:
Consuelo Catucci

Costumi:
Grazia Materia

Scenografia:
Francesco Frigeri

Fotografia:
Roberto Forza

Suono:
Adriano Di Lorenzo
Marco Grillo

Produttore:
Fulvio Lucisano
Federica Lucisano

La Cena di Natale


Director: Marco Ponti
Year of production: 2016
Durata: 95'
Tipology: lungometraggio
Genres: commedia
Country: Italia
Produzione: I.I.F. Italian International Film; in collaborazione con Rai Cinema
Distributore: 01 Distribution
Data di uscita: 24/11/2016
Formato di proiezione: DCP, colore
Press office: Studio Lucherini Pignatelli / Quattrozeroquattro / 01 Ufficio Stampa
Titolo originale: La Cena di Natale

Recensioni di :
- LA CENA DI NATALE - Un Natale tra Corna e Gravidanze

Storyline: Dopo il successo di “Io Che Amo Solo Te” tornano le emozioni, le risate e le furie dei personaggi creati da Luca Bianchini, che troveremo ancora insieme per “La cena di Natale”. Una Vigilia magica, con la presenza silenziosa e speciale della neve che imbianca la splendida Polignano a mare, dove tutti però sono più agitati del solito. La più sconvolta è Matilde (Antonella Attili) che riceve un anello con smeraldo da Don Mimì (Michele Placido), suo marito, "colpevole" di averla troppo trascurata negli ultimi tempi… Lei si esalta a tal punto da improvvisare un cenone per quella stessa sera nella loro grande casa, soprannominata con modestia il "Petruzzelli", in cui ci si muove con l’ascensore e dove troneggia un albero di Natale alto quattro metri. L'obiettivo di Matilde è chiaro: sfidare davanti a tutti Ninella (Maria Pia Calzone), la consuocera, il grande amore di gioventù di suo marito. E Ninella non si lascia intimidire, anche se ha sbagliato la tinta optando per un poco riuscito "biondo Kidman” ed è molto infastidita dalla presenza della Zia Pina (Veronica Pivetti) . Quella sera, alla stessa tavola imbandita si siederanno, tra gli altri: Chiara (Laura Chiatti), incinta di 8 mesi, e suo marito Damiano (Riccardo Scamarcio), che forse di donne ne ha messe incinta due! Nancy (Angela Semerano) diciassettenne ossessionata dalla verginità; Orlando (Eugenio Franceschini) avvocato gay, che sta tentando di dare un bimbo alla sua migliore amica lesbica, Daniela (Eva Riccobono) mentre viene corteggiato da Mario (Dario Aita). Tra isterismi, introvabili capitoni, test di gravidanza, ansiolitici, ascensori bloccati, anelli scomparsi, ritrovamenti e colpi di scena, ne succederanno di tutti i colori.

Ambientazione: Polignano a Mare

"La Cena di Natale" è stato sostenuto da:
Apulia Film Commission
Regione Puglia


Libro sul film "La Cena di Natale":
"La Cena di Natale di "Io Che Amo Solo Te""
di Luca Bianchini, 196 pp, Mondadori, collana Oscar Bestsellers, 2016
Sotto il cielo di un bianco paese della Puglia, un avventuroso viaggio nel sentimento d'amore
È la vigilia di Natale e sono tutti più romantici, più buoni, ma anche un po' più isterici. Polignano a Mare si sveglia magicamente sotto la neve che stravolge la vita del paese, dividendolo tra chi ha le gomme termiche e chi no. La più sconvolta è Matilde, che riceve quella mattina un anello con smeraldo da don Mimì, suo marito, "colpevole" di averla troppo trascurata negli ultimi tempi. Lei si esalta a tal punto da improvvisare un cenone per quella stessa sera nella loro grande casa, soprannominata il "Petruzzelli", in cui troneggia un albero di Natale alto quattro metri e risplendono le luminarie sul tetto. L'obiettivo di Matilde è sfidare davanti a tutti Ninella, la consuocera, il grande amore di gioventù di suo marito. E Ninella, che a cinquant'anni è ancora una guerriera, accetta la sfida. Sbaglia però a farsi la tinta "biondo Kidman", che la renderà meno sicura, ma non per questo meno bella. Quella sera, alla stessa tavola imbandita si siederanno, tra gli altri: una diciassettenne ossessionata dalla verginità (Nancy); una zia con tendenze leghiste (Dora); una coppia (Chiara e Damiano) in cui il marito forse ha messo incinte due donne, e un ragazzo gay (Orlando) che ha dovuto scrivere a mano su pergamena undici menu, in cui spicca il "supplì alla cozza tarantina" preparato con il Bimby. Tra cocktail di gamberi, regali riciclati, frecciate e risate, ne succederanno di tutti i colori. Ma ai due consuoceri, Ninella e don Mimì, importerà solo essere seduti uno accanto all'altra.

prezzo di copertina: 11,00


Note:
Tratto dal best seller “La cena di Natale” di Luca Bianchini.

Video


Foto