I viaggi di Roby
locandina di "Suburra"

Cast

Interpreti:
Elio Germano (Sebastiano)
Pierfrancesco Favino (Filippo Malgradi)
Claudio Amendola (Samurai)
Greta Scarano (Viola)
Giulia Elettra Gorietti (Sabrina)
Alessandro Borghi (Numero 8)
Antonello Fassari (padre Sebastiano)
Adamo Dionisi (Manfredi Anacleti)
Giacomo Ferrara (Spadino Anacleti)
Jean Hugues Anglade (Cardinal Berchet)
Simone Liberati (Mirko)

Soggetto:
Giancarlo De Cataldo
Carlo Bonini
Sandro Petraglia
Stefano Rulli

Sceneggiatura:
Sandro Petraglia
Stefano Rulli
Giancarlo De Cataldo
Carlo Bonini

Montaggio:
Patrizio Marone

Costumi:
Veronica Fragola

Scenografia:
Paki Meduri

Fotografia:
Paolo Carnera

Suono:
Maricetta Lombardo

Casting:
Laura Muccino

Aiuto regista:
Enrico Rosati

Produttore:
Riccardo Tozzi
Marco Chimenz
Giovanni Stabilini

Operatore:
Ivan Casalgrandi

Direttore di produzione:
Francesco Morbilli

Organizzatore Generale:
Alberto Sammarco

Delegato di produzione:
Gianluca Leoncini

Produttore esecutivo:
Matteo De Laurentiis

Co-produttore:
Eric Névé

Co-produttore:
Nicolas Eschbach

Produttore delegato:
Gina Gardini

Suburra


Regia: Stefano Sollima
Anno di produzione: 2015
Durata: 130'
Tipologia: lungometraggio
Paese: Italia/Francia
Produzione: Cattleya, La Chauve Souris; in collaborazione con Rai Cinema, Cofinova 9, Cinemage 6, Canal +, Indie Sales, Indie Invest, Haut et Court
Distributore: 01 Distribution
Data di uscita: 14/10/2015
Formato di proiezione: DCP, colore
Ufficio Stampa: Giancarlo Sozi / 01 Ufficio Stampa
Vendite Estere: Indie Sales
Titolo originale: Suburra

Recensioni di :
- SUBURRA - Regia, sceneggiatura e interpreti per un Gran Film

Sinossi: Nell'antica Roma, la Suburra era il quartiere dove il potere e la criminalità segretamente si incontravano. Dopo oltre duemila anni, quel luogo esiste ancora. Perché oggi, forse più di allora, Roma è la città del potere: quello dei grandi palazzi della politica, delle stanze affrescate e cariche di spiritualità del Vaticano e quello, infine, della strada, dove la criminalità continua, da sempre, a cercare la via più diretta per imporre a tutti la propria legge.

Il film e' la storia di una grande speculazione edilizia, il Water-front, che trasformerà il litorale romano in una nuova Las Vegas. Per realizzarla servirà l'appoggio di Filippo Malgradi (Pierfrancesco Favino), politico corrotto e invischiato fino al collo con la malavita, di Numero 8 (Alessandro Borghi), capo di una potentissima famiglia che gestisce il territorio e, soprattutto, di Samurai (Claudio Amendola), il più temuto rappresentante della criminalità romana e ultimo componente della Banda della Magliana.

Ma a generare un inarrestabile effetto domino capace di inceppare definitivamente questo meccanismo saranno, in realtà, dei personaggi che vivono ai margini dei giochi di potere come Sebastiano (Elio Germano), un PR viscido e senza scrupoli, Sabrina (Giulia Elettra Gorietti), un’avvenente escort, Viola (Greta Scarano), la fidanzata tossicodipendente di Numero 8 e Manfredi (Adamo Dionisi), il capoclan di una pericolosa famiglia di zingari.

Suburra è film di genere, un crime story che si svolge in un arco temporale brevissimo. Sette giorni in cui ogni personaggio coinvolto proverà ad anticipare le mosse dell’altro scatenando una guerra senza quartiere che finirà per coinvolgere colpevoli e innocenti, criminali, cittadini perbene, politici e cardinali. Sette giorni prima che il governo, e con esso la Suburra, crolli.

Dopo A.C.A.B., Stefano Sollima torna al cinema, reduce dal grande successo internazionale di Gomorra - La Serie, con una storia che incarna i pregi e i difetti dell'Italia di oggi, partendo dall’affresco criminale di una città unica al mondo: Roma.

Ambientazione: Roma

"Suburra" è stato sostenuto da:
MIBACT: 600.000 euro (Interesse Culturale)


Note:
Tratto dal romanzo “Suburra” di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini edito da Giulio Einaudi Editore

Video


Foto