CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

Cast

Con:
Salvatore Striano
Lisandro Nacci
Enzo Cintelli

Soggetto:
Giovanna Taviani

Sceneggiatura:
Giovanna Taviani
Agostino Ferrente (Collaborazione)

Musiche:
Giuliano Taviani

Montaggio:
Benni Atria

Fotografia:
Duccio Cimatti

Suono:
Carla Capannini
Stefano Costantini
Jacopo Chiari (montaggio del suono)

Aiuto regista:
Sandro Nardi

Produttore:
Andrea Mancini
Giovanna Taviani

Operatore:
Antonio Tosi

Fotografo di Scena:
Luigi Pavesi

Assistente Operatore:
Jacopo Mancini

Il Riscatto


Director: Giovanna Taviani
Year of production: 2013
Durata: 25'
Tipology: documentario
Genres: biografico
Country: Italia
Produzione: La Conchiglia di Santiago
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Aspect Ratio: HD
Formato di proiezione: HD, colore
Press office: Marzia Spanu
Titolo originale: Il Riscatto

Recensioni di :
- IL RISCATTO - Salvatore Striano, dal carcere al palcoscenico

Storyline: Un ritratto (cartaceo e video) di Salvatore Striano (il Bruto di Cesare deve morire) dall’inferno dei quartieri spagnoli al paradiso di Dante, la Toscana, nei luoghi originari dei Taviani, che attraverso Shakespeare, con il loro film, gli hanno dato la possibilità di sognare orizzonti diversi e risvegliarsi in un mondo migliore. Come un processo di "redenzione" da Scampia a San Miniato, paese di origine dei fratelli, dove girarono la Notte di San Lorenzo, in memoria di un’esperienza autobiografica realmente vissuta in queste valli.
Il punto di partenza sarà una cella storica del carcere di Arezzo da cui, di volta in volta, il nostro protagonista “evaderà” con l’immaginazione per ritrovarsi nella Toscana di Dante e nelle verdi colline di San Miniato.
Salvatore Striano rivive i ricordi della detenzione e spiega perché lo hanno salvato l'arte e il cinema. Dai giorni della malavita nei quartieri malfamati di Scampia alla candidatura agli Oscar, il cammino di riscatto di un uomo che ha conosciuto gli inferi e oggi si commuove davanti alle parole di Shakespeare. - In carcere leggevo William Shakespeare – si confessa tra le mura della cella -, tra le sue opere c'era scritto “C'è una storia nella vita di tutti gli uomini". Così la notte rinchiuso in quella cella, da solo, mi addormentavo con la voglia di sognare, di sognare quello che leggevo, non il grigio racconto di un compagno di cella -. Il passato a Scampia, la malavita e la famiglia, la strada e gli affetti, il valore dell'amicizia e l'onore, gli incontri, l'amore, il bisogno di una vita normale. L'esperienza del carcere, le sbarre e la punizione, il mondo in una cella, il buio continuo e gli incubi, la voglia di guardare oltre, la scoperta dell'Arte. La letteratura, i classici, la storia dei grandi poemi: il cammino del riscatto, il carcerato che torna uomo, gli occhi che rivedono la vita. Quindi la scoperta del cinema, i Fratelli Taviani, l'importanza di averli incontrati, la voglia di conoscerli più da vicino. La terra dei Taviani, La Toscana della loro infanzia, i luoghi dove hanno girato i giorni eroici e dolorosi della guerra e de La Notte di San Lorenzo. E ancora i sanminiatesi, come Enzo e Lisandro, fondatori dell’Associazione Gori, dedicata al giovane antifascista condannato al carcere durante la guerra per la sua attività sovversiva, e morto poco dopo la liberazione, per un attacco di tisi. Il Gramsci di Cigoli, lo definiscono da queste parti. Ed è con lui che Striano dialoga nel silenzio della sua cella, dove altri partigiani, a differenza di lui, morirono per la libertà.
Da Scampia a Omero, Shakespeare, Dante: come la cultura può salvarti la vita. Per questo il documentario ha un valore formativo e verrà distribuito nelle scuole e in tutte le carceri italiane, insieme al libro-intervista che sarà pubblicato da una casa editrice di Firenze a cura di Carlo Baroni, Presidente del Centro Paolo e Vittorio Taviani, e giornalista per la Nazione e altri giornali locali.
Un volto nuovo di Striano, prima il camorrista di Gomorra, poi il Bruto di Cesare deve morire; ora un uomo nuovo, impegnato a fondo con il cinema e con il teatro, e in giro per il mondo a portare il suo nuovo messaggio di libertà.

Ambientazione: San Miniato (PI) / Arezzo

"Il Riscatto" è stato sostenuto da:
Regione Toscana
Comune di San Miniato
Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria Toscana
Associazione Giuseppe Gori
Unicoop Toscana
Unione Circoli Cinematografici ARCI - UCCA
Palumbo Editore


  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto