CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

FESTIVAL DE CINE ITALIANO DE MADRID - 28 film in 8 giorni


Tanto cinema italiano in arrivo in Spagna, dagli omaggi ai fratelli Taviani e Michelangelo Antonioni ai concorsi per il miglior documentario e cortometraggio.


FESTIVAL DE CINE ITALIANO DE MADRID - 28 film in 8 giorni
Dal 22 al 29 novembre la Spagna sarà invasa dal nostro cinema, in occasione della quinta edizione del "Festival de Cine italiano de Madrid".

Dopo la serata inaugurale, all'interno della quale avverrà la consegna del Premio alla Carriera ai fratelli Taviani, il 23 saranno proiettati i corti "She was here" di Gabriele Muccino e "E la vita continua" di Pino Quartullo e "Cesare deve morire" di Paolo Taviani e Vittorio Taviani.

Il 24, dopo l'omaggio ai Taviani con "La Notte di San Lorenzo" , saranno di scena il corto "Il turno di notte lo fanno le stelle" di Edoardo Ponti alla presenza di Erri De Luca, il documentario "La nave dolce" di Daniele Vicari e "Bella addormentata" di Marco Bellocchio.

Domenica 25, dopo l'incontro con Erri de Luca, sarà proiettato il corto "Dell’ammazzare il maiale" di Simone Massi, seguito da "Tahrir" di Stefano Savona e "Il Comandante e la Cicogna" di Silvio Soldini.

Il 26 sarà la volta del corto "Terra" di Piero Messina, de "Il risveglio del fiume segreto" di Alessandro Scillitani e di un omaggio a Michelangelo Antonioni, seguito da "La cittá ideale" di Luigi Lo Cascio.

Martedì 27 saranno quattro i film previsti, Medici con l’Africa" di Carlo Mazzacurati, "L’Industriale" di Giuliano Montaldo, "The woman dress" di Giada Colagrande e "La leggenda di Kaspar Hauser" di Davide Manuli, mentre il 28 saranno proiettati "Michelangelo e la Sistina. Storia di un’opera d’arte", "Convitto Falcone" di Pasquale Scimeca, "Terramatta" di Costanza Quatriglio e "Gli equilibristi" di Ivano de Matteo.

L'ultimo giorno si terrà l'incontro con Carlo Verdone, cui seguiranno le proiezioni di "Cargo" di Carlo Sironi, "Il Gemello" di Vincenzo Marra e "Posti in piedi in paradiso" di Carlo Verdone.

21/11/2012, 18:02

Antonio Capellupo