I viaggi di Roby
locandina di "Studio Illegale"

Cast

Interpreti:
Fabio Volo (Andrea Campi)
Ennio Fantastichini (Giuseppe Sobreroni)
Nicola Nocella (Tiziano Tiraboschi)
Zoé Felix (Emilie Chomand)
Pino Micol (Severino Carugato)
Erika Blanc (Zia Marta)
Isa Barzizza (Zia Emma)
Marina Rocco (Valentina)
Ahmed Hafiene (Raschid)
Adriano Braidotti (Giovannino)
Luisella Boni (Moglie Carugato)
Federico Baccomo "Duchesne" (Intellettuale Festa)
Jean Michel Dupuis (Antoine De Montcorbier)
Cyrille Toualy Bonin (Fattorino Racchetta)

Soggetto:
Federico Baccomo "Duchesne"
Francesco Bruni
Umberto Riccioni Carteni
Alfredo Covelli

Sceneggiatura:
Federico Baccomo "Duchesne"
Francesco Bruni
Umberto Riccioni Carteni
Alfredo Covelli

Musiche:
Maxi Trusso

Montaggio:
Cristiano Travaglioli

Costumi:
Roberto Chiocchi

Scenografia:
Andrea Rosso

Fotografia:
Vladan Radovic

Suono:
Alessandro Rolla

Produttore:
Beppe Caschetto
Carlo Macchitella

Direttore di Produzione:
Katia Franco

Organizzatore Generale:
Ezio Orita

Sviluppo Progetto:
Anastasia Michelagnoli

Studio Illegale


Regia: Umberto Riccioni Carteni
Anno di produzione: 2013
Durata: 90'
Tipologia: lungometraggio
Genere: commedia
Paese: Italia
Produzione: Warner Bros. Italia, IBC Movie, Madeleine, Publispei
Distributore: Warner Bros Pictures Italia
Data di uscita: 07/02/2013
Formato di ripresa: 35mm
Camera: Panavision Cameras and Lenses
Post Produzione: Digital Intermediate (2K) (master format)
Formato di proiezione: 35mm, colore
Ufficio Stampa: Studio Lucherini Pignatelli / Warner Bros Pictures Italia Ufficio Stampa
Titolo originale: Studio Illegale

Recensioni di :
- Libro/film - STUDIO ILLEGALE, Baccomo riformula sé stesso
- STUDIO ILLEGALE - Avvocati e trappole d'amore

Sinossi: Andrea (F. Volo) è un avvocato rampante, che lavora in uno studio milanese di diritto internazione molto rinomato. Si occupa di acquisizioni e speculazioni di giorno, e di feste e modelle di notte. La vita di Andrea sembra la vita perfetta del professionista di successo, la vita che vorresti.
Ma se la osserviamo da vicino, la vita del grande professionista in carriera non è come ci si aspetterebbe. Le giornate di lavoro si protraggono fino a notte inoltrata, il socio di riferimento Giuseppe (E. Fantastichini) pretende l’impossibile, le conquiste sentimentali non vanno oltre la hostess del centro congressi o la studentessa di giurisprudenza che lo tempesta di domande sulla professione, e Andrea si ritrova sempre più spesso, annoiato, alla sua scrivania, ad allisciarsi l’ennesimo cliente, a compilare un contratto col copia e incolla, oppure a gareggiare alle aste on-line per accaparrarsi qualche cimelio ridicolo.
Fortuna che la vita di Andrea sta per cambiare: il suo compagno di stanza si getta dalla finestra (precipitando sul tettuccio dell’elegante utilitaria di Andrea) e quello che potrebbe sembrare una tragedia, si trasforma in una possibilità. Il lavoro che stava seguendo il suicida, viene affidato ad Andrea, un lavoro molto importante, l’acquisizione di una ditta farmaceutica di Treviso da parte di una multinazionale di Dubai, un lavoro che potrebbe significare un salto di grado nello studio, che potrebbe portare Andrea nell’olimpo dei soci. Affiancato da un giovane praticante Tiziano (N. Nocella), Andrea inizia a esaminare le carte – nel frattempo deve addestrare il giovane collaboratore a diventare uno squalo, proprio come lui – tutto sembra filare liscio, fin quando Andrea si scontra con un ostacolo insormontabile che si chiama Emilie, (Z. Félix), l’avvocatessa francese della controparte, una professionista preparatissima che intuisce tutte le mediocrità di Andrea e le rende pubbliche durante le riunioni, imbarazzandolo, umiliandolo e facendolo scendere dal suo podio immaginario.
Per un playboy come Andrea, conquistare quella ragazza impossibile diventa la priorità – anche il capo Giuseppe lo sprona: “Questa te la devi trombare, per il buon nome dello studio!” e Andrea riesce ad uscire con la fredda Emily, come aveva promesso, ma finisce per scoprire una ragazza dolce e affascinante. Il playboy Andrea, che aveva deciso di vivere una vita senza pensieri, senza responsabilità, senza legarsi a niente e nessuno, scopre d’essersi innamorato.
Non è facile, per un avvocato, abbandonarsi a una storia d’amore con l’avvocatessa della controparte, quando stai lavorando all’affare che potrebbe accendere la tua carriera, quando dovresti scoprire i segreti che nasconde la donna che ami, e usarli contro di lei.
Andrea e Emily sono due professionisti che basano la loro carriera sul non fidarsi mai di nessuno. Quindi è molto difficile riuscire a fidarsi l’uno dell’altra.
La contrattazione prosegue, tra colpi bassi e colpi al cuore. Andrea ed Emily si amano e si scontrano, lottano tra loro, combattono contro la loro stessa natura di avvocati: tanto più scoprono ciascuno le paure, le passioni e i sogni dell’altro, tanto più scoprono elementi sulla questione legale che potrebbero essere utili alla loro vittoria professionale.
L’ultimo round di questo incontro si svolge a Dubai, dove…

Sito Web: http://it.cinema.yahoo.com/film/studio-illegale/

Ambientazione: Milano

"Studio Illegale" è stato sostenuto da:
Film Commission Torino Piemonte


Libro sul film "Studio Illegale":
"Studio Illegale"
di Federico Baccomo "Duchesne", 318 pp, Marsilio, collana Tascabili maxi. Narrativa, 2011
Andrea Campi è un professionista serio. Giovane avvocato nella sede milanese del prestigioso studio legale internazionale Flacker Crunthurst and Kropper, si occupa di importanti operazioni societarie per conto dei più grandi colossi industriali. Aveva ambizioni, aveva amici, aveva una ragazza. Ora ha prospettive. Lavora fino a notte fonda, mangia pizza e sushi sulla scrivania, vive con un bonsai e parla con il muro. Le giornate scorrono tra pause alla macchinetta del caffè, redazione di contratti e riunioni interminabili, fino al giorno in cui Andrea si trova coinvolto in un nuovo progetto particolarmente delicato. Le responsabilità si moltiplicano, come pure le ore di lavoro e i deliri di un capo sempre su di giri. È l'inizio di un turbine di eventi e incontri che investe l'immobile routine di Andrea spazzandone via certezze ed equilibri. Tra un privato sempre più a rotoli e la catastrofe lavorativa incombente, Andrea arriverà a fare i conti con la sua vita, l'unica professione per la quale non ha mai sostenuto un colloquio. Federico Baccomo, in arte Duchesse, ha vissuto e lavorato nella sede milanese di un primario studio legale internazionale, dove si occupava di M&A, capital markets e altre materie che abbiano un'allettante traduzione in inglese. Nell'aprile 2007, ha debuttato sul web con il blog Studio illegale, raccontando la vita quotidiana degli avvocati d'affari, tra miserie ed esaltazioni, solitudini e nevrosi, blackberry e buoni-taxi.
prezzo di copertina: 10,20

Acquistalo su € 10.96



Note:
"Studio Illegale" segna il debutto di Publispei come produttore cinematografico.
Questo film è stato realizzato anche con il contributo del credito d’imposta TAX CREDIT previsto dalla legge 24 dicembre 2007, n. 244.


Video


Foto