locandina di "Io, Arlecchino"

Cast

Interpreti:
Giorgio Pasotti (Paolo Milesi)
Lunetta Savino (Maria)
Roberto Herlitzka (Giovanni)
Valeria Bilello (Cristina)
Gianni Ferreri (Giuseppe)
Lavinia Longhi (Francesca)
Eugenio De' Giorgi (Dario)
Massimo Molea (Mauro)

Soggetto:
Elisabetta Sola
Maurice Caldera
Matteo Bini

Sceneggiatura:
Maurice Caldera
Matteo Bini

Musiche:
Matt Kelly

Montaggio:
Michele Chiappa

Costumi:
Veronica Molteni

Scenografia:
Franca Bertagnolli

Fotografia:
Charlie Goodger

Suono:
Nikola Medic (sound design)

Aiuto regista:
Luca Brignone

Produttore:
Nicola Salvi
Elisabetta Sola

Organizzatore di Produzione:
Gianni Mariani

Trucco:
Pierangela Blasi

Trucco:
Elena Di Fatta

Acconciature:
Marco Figliulo

Segretaria di edizione:
Lisa Castagna

Io, Arlecchino


Regia: Giorgio Pasotti, Matteo Bini (opera prima)
Anno di produzione: 2014
Durata: 90'
Tipologia: lungometraggio
Genere: commedia/drammatico
Paese: Italia
Produzione: Officina della Comunicazione; in collaborazione con Rai Cinema
Distributore: Microcinema
Data di uscita: 11/06/2015
Formato di proiezione: DCP
Ufficio Stampa: Livia Delle Fratte
Titolo originale: Io, Arlecchino

Sinossi: Paolo, noto conduttore di un talk show televisivo pomeridiano, viene raggiunto a Roma da una telefonata che gli comunica che il padre Giovanni è stato ricoverato in ospedale. Costretto a tornare nel piccolo villaggio medievale di Cornello del Tasso, in provincia di Bergamo, Paolo scopre che il padre è gravemente ammalato.
Giovanni, ex attore teatrale e famoso Arlecchino, manifesta il desiderio di voler spendere gli ultimi mesi della sua vita continuando a recitare con la piccola compagnia teatrale del paese, mettendo in scena spettacoli di Commedia dell’Arte.
Il ritorno al paese, ed il contatto con il padre e il suo mondo, porteranno Paolo a ricucire un rapporto con le sue origini, a ridefinire la sua identità e a riscoprire il tesoro artistico rappresentato dal personaggio di Arlecchino, del quale si troverà a vestire i panni.
Una favola moderna che racconta la storia di un padre e di un figlio, avvolta dalla magia del personaggio di Arlecchino e della tradizione della Commedia dell’Arte italiana che tutto il mondo ci riconosce.

Ambientazione: Bergamo / Valle Brembana / Roma

Periodo delle riprese: Dal 16 settembre 2013

"Io, Arlecchino" è stato sostenuto da:
MIBACT (Film riconosciuto di interesse culturale)


Libro sul film "Io, Arlecchino":
"Arlecchino Servitore di Due Padroni"
di Carlo Goldoni, 200 pp, BUR Biblioteca Univ. Rizzoli, collana Teatro, 1979
Scritta nel 1745, quando Goldoni sembrava aver ormai rinunciato alla commedia, Arlecchino servitore di due padroni e tra le sue opere più fortunate.Riprende infatti una nuova vita, nell'intreccio delle coppie di innamorati (Silvio e Clarice, Beatrice e Florindo), il mondo della commedia dell'arte, con le sue maschere e i suoi travestimenti, vicina al gusto popolare ma senza le volgarità che ne avevano caratterizzato il declino. Un mondo di personaggi tutti positivi, al quale Goldoni si affaccia con simpatia e adesione totale.
In appendice sono pubblicati, tra l'altro, il diario di Antonio Battistella, memorabile nel ruolo di Pantalone, e alcune pagine di Giorgio Strehler su Marcello Moretti, uno dei grandi interpreti di Arlecchino.

prezzo di copertina: 9,00

Acquistalo su € 7.65



Video


Foto