I viaggi di Roby
locandina di "Il Giudice Meschino"

Cast

Interpreti:
Luca Zingaretti (Alberto Lenzi)
Luisa Ranieri (Marina Rossi)
Paolo Briguglia (Michele Brighi)
Gioele Dix (Giorgio Maremmi)
Andrea Tidona (Giacomo Fiesole)
Maurizio Marchetti (Don Mico Rota)
Gaetano Bruno (Lucio Cianci Farone)
Felicitas Woll (Elke Adler)
Matt Pratesi (Capitano Riommi)
Dario Aita (Salvo)
Claudio Castrogiovanni (Pasquale Rezza)
Franz Cantalupo (Ciccio Scalia)
Lorenzo D'Agata (Enrico Lenzi)
Domenico Centamore (Francesco Manto)
Gianni Federico (Avvocato Sacco)
Orio Scaduto (Alfonso Scorda)
Francesco Guzzo (Baullo)
Cristina Moglia (Marta)
Eleonora Sergio (Signora Pisano)
Marco Conidi (Peppe Caruso)
Marit Nissen (Cristin Bauer)
Massimo De Lorenzo (Vincenzo)
Maurizio Comito (Peppino Salemi)
Maria Serrao (Angelina Salemi)
Roberto D'Alessandro (Antonio Manto)
Timothy Peach (Franz Bauer)
Giacomo Battaglia

Soggetto:
Mimmo Cangemi
Carlo Carlei
Monica Zapelli
Domenico Rafele
Giancarlo De Cataldo

Sceneggiatura:
Carlo Carlei
Monica Zapelli
Domenico Rafele
Giancarlo De Cataldo

Musiche:
Giovanni Rotondo

Montaggio:
Carlo Fontana

Costumi:
Chiara Ferrantini

Scenografia:
Giuseppe Pirrotta

Fotografia:
Gino Sgreva

Suono:
Emanuele Cecere

Casting:
Adriana Sabbatini

Aiuto regista:
Luca Lachin

Produttore:
Federica Lucisano
Fulvio Lucisano
Marta Aceto (Rai)
Luigi Mariniello (Rai)

Produttore Esecutivo:
Giulio Steve

Organizzatore:
Ezio Orita

Capo Parrucchiere:
Samuele Miccoli

Capo Truccatore:
Alessandra Venzi

Assistente alla Regia:
Mario Vitale (II)

Il Giudice Meschino


Regia: Carlo Carlei
Anno di produzione: 2014
Durata: n.d.
Tipologia: film-tv
Genere: commedia
Paese: Italia
Produzione: I.I.F. Italian International Film, Rai Fiction
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: DV, colore
Ufficio Stampa: Rai Fiction
Titolo originale: Il Giudice Meschino

Sinossi: Alberto Lenzi (Luca Zingaretti), Pubblico Ministero alla procura di Reggio Calabria, ha una brutta fama: pigro, indolente, troppo amante della vita per perdere tempo con il lavoro. A sconvolgere la sua vita, un evento terribile: Giorgio Maremmi (Gioele Dix), collega magistrato e amico carissimo, viene ucciso in un agguato. Per Alberto è un brusco risveglio:si rimbocca le maniche e si getta a capofitto nel lavoro.

"Il Giudice Meschino" è stato sostenuto da:
Calabria Film Commission


Libro sul film "Il Giudice Meschino":
"Il Giudice Meschino"
di Mimmo Cangemi, 353 pp, Einaudi, collana Einaudi. Stile Libero Big, 2009
Un magistrato indolente costretto a diventare eroe suo malgrado. Un vecchio padrino che parla come un oracolo e dal carcere orienta le indagini. Perché quelli che sembrano omicidi di 'ndrangheta forse non lo sono. Forse hanno a che fare addirittura con le navi dei veleni e le scorie seppellite nella "spianata dell'infamia". L'anima feroce e abietta della 'ndrangheta per la prima volta racchiusa in un romanzo. Un giudice muore per mano di balordi. E i balordi muoiono per mano della 'ndrangheta, che non tollera si disturbi il prosperare dei suoi affari. Almeno, cosi sembra. Alberto Lenzi, magistrato scioperato e donnaiolo, colpito dalla morte del collega e amico, si tuffa a capofitto nelle indagini. Lo instradano in una diversa direzione le sibilline, gustose parabole di don Mico Rota, capobastone della 'ndrangheta, e il fortuito emergere di elementi legati a un traffico di rifiuti tossici. Una "commedia umana" dove si muovono personaggi verissimi, contraddittori, sfaccettati, che inseguendo il proprio meschino tornaconto arrivano tuttavia a svelare una realtà che va molto oltre la 'ndrangheta.
prezzo di copertina: 19,00


Video


Foto