I Viaggi di Robi

La Lista del Console


Regia: Alessandro Rocca
Anno di produzione: 2010
Durata: 60'
Tipologia: documentario
Genere: sociale
Paese: Italia/Canada
Produzione: SGI; in collaborazione con Rai Cinema
Distributore: n.d.
Data di uscita: n.d.
Formato di ripresa: HD
Formato di proiezione: Beta Digital, colore
Titolo originale: La Lista del Console
Altri titoli: Rwanda: Costa's List

Recensioni di :
- Bellaria Film Festival 2011: "La Lista del Console", la storia di Pierantonio Costa un novello Oskar Schindler nell'eccidio in Rwanda
- Speciale Piemonte Movie gLocal Film Festival 2011 - "La lista del console" ricorda la strage del Ruanda

Sinossi: In mezzo a tanta violenza e sofferenza qualcosa avevo fatto. Solo questo. Questo, e niente di pi.". Sono le parole di Pierantonio Costa, console italiano in Ruanda durante il genocidio, che mettendosi in gioco in prima persona e utilizzando i suoi soldi e le sue conoscenze, ha salvato la vita a circa duemila persone, occidentali e ruandesi, adulti e bambini. Ha viaggiato dentro e fuori il Paese, ha passato innumerevoli volte i posti blocco, con tutti gli inevitabili rischi per la sua vita. Si fermato solo quando, passando per ancora una volta il confine tra Ruanda e Burundi, gli stato consigliato vivamente di non tornare indietro, di restare a Bujumbura (capitale del Burundi): sapeva che quella frase significava che, in caso contrario, sarebbe stato ucciso. In quellultimo viaggio aveva salvato 375 bambini. Tutto inizia il 7 aprile del 1994 quando allindomani dellattentato che coster la vita al presidente ruandese Juvenal Habyarimana, iniziano i massacri il cui bilancio conter pi di ottocentomila vittime, in maggioranza appartenenti alletnia tusti. Tutto durato circa cento giorni. Nel novembre dello stesso anno lOnu istituir il tribunale penale internazionale per il Rwanda.
Quindici anni dopo quei terribili giorni che hanno portato la morte a quasi un milione di persone, ripercorriamo la storia di quei momenti attraverso le parole di Pierantonio, di suo figlio e della sua famiglia. Una storia di coraggio e di giustizia, ritornando sui luoghi, e incontrando coloro che devono la vita ad un uomo che ha saputo essere coraggioso in mezzo al terrore. Cercheremo di capire, 15 anni dopo, il Rwanda e tutta la regione dei grandi laghi e come si saputo potuto e dovuto superare quella tragedia con le testimonianze dei protagonisti di allora e di oggi e con laiuto di chi ha provato a capire per non dimenticare una tragedia che ha creato decine di migliaia di orfani e per raccontare un paese bello e straordinario nel cuore dellAfrica. Dice Pierantonio Costa: Le cicatrici dei sopravvissuti hanno colpito limmaginazione del mondo intero. Ma a Kigali non aiutano la memoria. Qui se porti addosso i segni del genocidio la gente pensa che tu sia stato semplicemente fortunato. Perch sei ancora vivo

Ambientazione: Rwanda / Bruxelles (Belgio) / Roma / Torino / Ginevra (Svizzera) / Canada / Londra (Inghilterra)

"La Lista del Console" stato sostenuto da:
Regione Piemonte
Film Commission Torino Piemonte
Piemonte Doc Film Fund (Fondo Regionale per il Documentario - Sviluppo Settembre 2008)
Programma Media Unione Europea


Libro sul film "La Lista del Console":
"La Lista del Console. Ruanda: Cento Giorni un Milione di Morti"
di Pierantonio Costa, Luciano Scalettari, 232 pp, Paoline Editoriale Libri, collana Nord/Sud. Pagine per Capire, 2004
Era il 6 aprile 1994 quando in Ruanda si scaten l'inferno. In tre mesi un milione di morti, massacri e violenze di ogni genere. Uno dei capitoli pi terribili del ventesimo secolo. In quei 100 giorni di follia collettiva, una storia italiana. Pierantonio Costa, alle spalle una famiglia con cento anni di emigrazione nel continente nero, imprenditore di successo e console italiano a Kigali (la capitale ruandese), opera "controcorrente". Mentre intorno a lui c' sofferenza e morte, comincia a girare il piccolo Paese per mettere in salvo il maggior numero di persone possibile. Prima gli italiani, poi tutti gli altri: ruandesi, molti dei quali tutsi ma anche belgi, spagnoli, burundesi, francesi. E mentre lui viaggia la sua famiglia nasconde in casa una quindicina di tutsi. Tre mesi di missioni avventurose, con tanti episodi di altruismo ma anche con un obiettivo: portare in salvo due grossi gruppi di bambini: 600 si trovano nell'orfanotrofio di Nyanza, custoditi dai padri rogazionisti; altri 750 sono in un campo di raccolta della Croce Rossa a Butare. L'ultimo mese una lotta contro il tempo, con la guerra che arriva e i permessi difficili da ottenere e con i bambini sempre pi in pericolo.
prezzo di copertina: 9,80


Video


Foto