CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby
locandina di "Il Giorno del Falco"

Cast

Interpreti:
Stefano Cassetti (Il Cinese)
Mario Rodighiero (Il Vecchio)
Giacomo De Domenico (Giornalista)
Mario Pigatto (Operatore TV)
Benedetta Cesqui (Poliziotta)
Giovanni Beni (L’Amico Carlo)
Alisa Bystrova (La Slava)
Davi Donà (Direttore TV)
Laura Sesler (Irene)
Letizia Leone (La Prostituta)
Ezio Parise (L’Industriale)

Soggetto:
Rodolfo Bisatti

Sceneggiatura:
Rodolfo Bisatti
Maurizio Pasetti

Musiche:
Alessandro Camanini
Maurizio Pasetti

Montaggio:
Paolo Cottignola
Francesco Ziberna
Giovanni Ziberna

Costumi:
Gemma Spina

Scenografia:
Laura Ziliotto

Fotografia:
Fabio Olmi

Suono:
Francesco Liotard

Produttore:
Piergiorgio Gay
Roberto Cicutto

Key Make Up Artist:
Giulio Pezza

Il Giorno del Falco


Regia: Rodolfo Bisatti (opera prima)
Anno di produzione: 2004
Durata: 87'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico
Paese: Italia
Produzione: Ipotesi Cinema, Rai Cinema, Mikado Film
Distributore: Mikado Film
Data di uscita: 10/06/2005
Formato di proiezione: 35mm, colore
Ufficio Stampa: Viviana Ronzitti / Ipotesi Cinema / Mikado Ufficio Stampa
Vendite Estere: Adriana Chiesa Enterprises
Titolo originale: Il Giorno del Falco

Sinossi: Un giornalista di una televisione locale del Triveneto decide di realizzare un approfondimento su di una vicenda che lo ha particolarmente scosso: una tentata rapina effettuata da due persone incensurate, con il volto coperto da due maschere: quella di un Vecchio e quella di un Cinese.
Sotto queste due maschere il giornalista scopre il volto e la vita dei due protagonisti: Michele, un meccanico in procinto di sposare una ragazza russa, e Lucio, un fioraio ambulante che conduce, senza particolare entusiasmo, l'attività assieme alla sorella.
Il giornalista tenta di indagare nel vissuto dei due "banditi", ma in realtà, via via che opera questa ricognizione, si rende conto che sta realizzando un personale percorso nel tentativo di recuperare egli stesso un motivo profondo per il proprio lavoro e per la propria esistenza.
Scopre che quello che conta non è il risultato dell'indagine televisiva, ma il fatto di aver compiuto un cammino interiore all'interno del mondo inesplorato del Nordest italiano dove ritrova, tra varie contraddizioni, una profonda umanità e una grande capacità di autoironia, e il valore dell'amicizia e del lavoro come strumenti di conoscenza....

Ambientazione: Limena (set TV locale) / Cittadella di Padova (officine) / San Martino di Lupari (cimiteri) / Rosà (piazza con alberi d'acciaio, villa della contessa) / Romano d'Ezzellino (serra) / Bassano del Grappa (sala giochi calcetto, sala scomesse) / Borgoricco (birreria) / Abano Terme (locale telefonate) / Mussolente (palestra) / Belvedere di Tezze (ristorante erotico) / Pove del Grappa (cimitero dei cani) / Marostica (osteria poesie del vecchio, chiesa dei funerali della contessa) / Piazzola sul Brenta (uomini eleica) / altopiano di Asiago - Gallio (stazione sciistica)

"Il Giorno del Falco" è stato sostenuto da:
Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC)


Note:
Dal laboratorio di “Ipotesi Cinema” un film sul nulla barocco del Nord-Est italiano. Una televisione locale, una rapina da disperati, un canto alla “Spoon River” sulla terra del troppo benessere. Protagonisti: un ex professore universitario convertito al giornalismo televisivo, il suo operatore senza più illusioni, due balordi che hanno dato l’assalto ad una banca come Butch Cassidy e Sundance Kid, una poliziotta senza volto, un amico che non vorrebbe essere dov’è. Modello di cinema a basso costo, in equilibrio tra la fantasia visionaria e la rigorosa documentazione del reale, parla di una terra e di gente che crediamo di conoscere, e che sembra abitare in un’altra galassia.

Video


Foto