Napoli Film Festival
I Viaggi di Robi

Bianciardi!


Regia: Massimo Coppola
Anno di produzione: 2007
Durata: 60'
Tipologia: documentario
Genere: biografico
Paese: Italia
Produzione: Indigo Film, Isbn Milano Films; in collaborazione con Mercurio Cinematografica
Distributore: n.d.
Data di uscita: n.d.
Formato di proiezione: Beta DG, colore
Ufficio Stampa: Indigo Film
Titolo originale: Bianciardi!
Altri titoli: Buongiorno Culini. Vita e Opere di Luciano Bianciardi

Sinossi: Luciano Bianciardi (1922-1971) stato uno degli scrittori e giornalisti pi influenti degli anni sessanta. Intellettuale a cottimo ossessionato dalla macchina per scrivere, dalle donne e dalla televisione, arriva nella Milano del boom economico, con una missione da compiere, in nome dei minatori della sua Maremma uccisi dal grisou: fare la rivoluzione. Finir inesorabilmente stritolato dagli ingranaggi della trionfante industria culturale italiana. Muore a 49 anni abbandonato da tutti,
consumato dallalcol.
"Bianciardi!" un viaggio tra Grosseto, Roma, Rapallo, Milano, per ascoltare le voci di quelli che vissero vicino allo scrittore la sua vera vita agra. Dalla compagna Maria Jatosti, per cui moll moglie e figli e scapp a Milano, alla figlia Luciana, con la quale riallacci un tenero e drammatico rapporto negli ultimi anni di vita. E poi i suoi editor, i vecchi amici di Grosseto, quelli della bohme milanese e quelli dellesilio di Rapallo, il luogo che aveva scelto per scappare da quella Milano che "lo aveva accolto a braccia aperte come ricorda Maria Jatosti ma che non amava, che anzi disprezzava",

Ambientazione: Grosseto / Roma / Rapallo / Milano

Libri correlati:
"Bianciardi! Con DVD"
di Massimo Coppola, 78 pp, Isbn Edizioni, 2008
L'ultimo capitolo del lavoro di riscoperta della figura di Luciano Bianciardi passa attraverso un film documentario, un viaggio tra i suoi amici di Grosseto, la Milano bohmien degli anni sessanta e il suo esilio volontario a Rapallo. La "vita agra" di Bianciardi ripercorsa attraverso le voci di scrittori, registi, pittori, compagni di strada di anni di battaglie culturali contro l'Italia bacchettona e democristiana degli anni '50 e '60. Ne esce un ritratto d'autore, la parabola esistenziale e letteraria di un intellettuale scomodo, dalla rabbia per la strage dei minatori di Ribolla, alla disillusione e l'isolamento degli ultimi anni che portarono lo scrittore in una profonda crisi depressiva sfociata nell'abuso di alcool.
prezzo di copertina: 17,80


Video


Foto