I viaggi di Roby
locandina di "Gomorra"

Cast

Interpreti:
Salvatore Abruzzese (Totò - Ep. "Storia di Totò")
Simone Sacchettino (Simone - Ep. "Storia di Totò")
Salvatore Ruocco (Boxer - Ep. "Storia di Totò")
Vincenzo Fabricino (Pitbull - Ep. "Storia di Totò")
Vincenzo Altamura (Gaetano - Ep. "Storia di Totò")
Italo Renda (Italo - Ep. "Storia di Totò")
Gianfelice Imparato (Don Ciro - Ep. "Storia di Don Ciro e Maria")
Maria Nazionale (Maria - Ep. "Storia di Don Ciro e Maria")
Salvatore Striano (Scissionista - Ep. "Storia di Don Ciro e Maria")
Carlo Del Sorbo (Don Carlo - Ep. "Storia di Don Ciro e Maria")
Vincenzo Bombolo (Bombolone - Ep. "Storia di Don Ciro e Maria")
Toni Servillo (Franco - Ep. "Storia di Franco e Roberto")
Carmine Paternoster (Roberto - Ep. "Storia di Franco e Roberto")
Alfonso Santagata (Dante Serini - Ep. "Storia di Franco e Roberto")
Massimo Emilio Gobbi (Imprenditore - Ep. "Storia di Franco e Roberto")
Salvatore Caruso (Responsabile - Ep. "Storia di Franco e Roberto")
Italo Celoro (Contadino - Ep. "Storia di Franco e Roberto")
Salvatore Cantalupo (Pasquale - Ep. "Storia di Pasquale")
Giorgio Morra (Iavarone - Ep. "Storia di Pasquale")
Zhang Ronghua (Xian - Ep. "Storia di Pasquale")
Manuela Lo Sicco (Moglie di Pasquale - Ep. "Storia di Pasquale")
Marco Macor (Marco - Ep. "Storia di Marco e Ciro")
Ciro Petrone (Ciro - Ep. "Storia di Marco e Ciro")
Giovanni Venosa (Giovanni - Ep. "Storia di Marco e Ciro")
Vittorio Russo (Pirata - Ep. "Storia di Marco e Ciro")
Bernardino Terraciano (Zi Bernardino - Ep. "Storia di Marco e Ciro")
Salvatore Fabbricino (Boss di Scampia)

Soggetto:
Roberto Saviano

Sceneggiatura:
Matteo Garrone
Roberto Saviano
Maurizio Braucci
Ugo Chiti
Gianni Di Gregorio
Massimo Gaudioso

Musiche:
Massive Attack

Montaggio:
Marco Spoletini

Costumi:
Alessandra Cardini

Scenografia:
Paolo Bonfini

Fotografia:
Marco Onorato

Suono:
Maricetta Lombardo
Daniela Cassani
Leslie Shatz

Aiuto regista:
Gianluigi Toccafondo
Gianni Di Gregorio

Produttore:
Domenico Procacci

Gomorra


Regia: Matteo Garrone
Anno di produzione: 2008
Durata: 135'
Tipologia: lungometraggio
Genere: criminalità/drammatico/sociale
Paese: Italia
Produzione: Fandango; in collaborazione con Rai Cinema, Sky Cinema
Distributore: 01 Distribution
Data di uscita: 16/05/2008
Formato di proiezione: 35mm, colore
Ufficio Stampa: Fandango Press Office / 01 Ufficio Stampa
Vendite Estere: Fandango Portobello
Titolo originale: Gomorra
Altri titoli: Gomorrah - Gomorrha, Reise in das Reich der Camorra - Гоморра - Италија

Sinossi: Potere, soldi e sangue. Questi sono i “valori” con i quali gli abitanti della provincia di Napoli e Caserta, devono scontrarsi ogni giorno.
Quasi sempre non puoi scegliere, quasi sempre sei costretto a obbedire alle regole del Sistema, la Camorra, e solo i più fortunati possono pensare di condurre una vita “normale”.
Cinque vicende s’intrecciano in questo paesaggio violento, un mondo spietato, apparentemente lontano dalla realtà, ma ben radicato nella nostra terra.
Don Ciro è il sottomarino. Paga le famiglie dei detenuti affiliati al suo clan, che comanda incontrastato il territorio. Scaltro, discreto, svolge il suo compito senza mai immischiarsi. Ma quando questo potere si sfalda non sa più da chi deve prendere ordini e deve pensare alla propria sopravvivenza.
Totò ha tredici anni e non vede l’ora di diventare grande. Così, gradino dopo gradino, fa il suo apprendistato nella scuola della vita, finché un giorno si trova a dover prendere una decisione, una scelta dalla quale non potrà tornare indietro.
Marco e Ciro credono di vivere in un film di Brian de Palma, ma sono solo due cani sciolti che con le loro bravate disturbano la routine degli affari del “sistema”.
Roberto si è laureato e ha voglia di lavorare. Franco gli offre una grande opportunità, un lavoro sicuro e con grandi prospettive di guadagno: un lavoro nel campo dei rifiuti tossici. Un lavoro troppo scomodo per la coscienza di Roberto.
Pasquale è un sarto eccellente che lavora grazie agli appalti delle case d’alta moda in una piccola fabbrica a nero. La concorrenza cinese gli propone di insegnare i segreti del mestiere ai suoi operai. Sedotto e gratificato dalla richiesta, accetta, compromettendo la propria vita.

Ambientazione: Napoli

"Gomorra" è stato sostenuto da:
Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC)


Libro sul film "Gomorra":
"Gomorra. Viaggio nell'Impero Economico e nel Sogno di Dominio della Camorra"
di Roberto Saviano, 331 pp, Mondadori, collana Strade Blu, 2006
Un libro che racconta il potere della camorra, la sua affermazione economica e finanziaria, e la sua potenza militare, la sua metamorfosi in comitato d'affari. Una scrittura in prima persona fatta dal luogo degli agguati, nei negozi e nelle fabbriche dei clan, raccogliendo testimonianze e leggende. La storia parte dalla guerra di Secondigliano, dall'ascesa del gruppo Di Lauro al conflitto interno che ha generato 80 morti in poco più di un mese. Una narrazione-reportage che svela i misteri del "Sistema" (così gli affiliati parlano della camorra, termine che nessuno più usa), di un'organizzazione poco conosciuta, creduta sconfitta e che nel silenzio è diventata potentissima superando Cosa Nostra per numero di affiliati e giro d'affari.
Brossura.

prezzo di copertina: 15,50


Libro sul film "Gomorra":
"La storia del cinema in 1000 parole"
di Paolo Cherchi Usai, 80 pp, collana Cinema, 2012
prezzo di copertina: 15,50

Acquistalo su € 15.30



Libro sul film "Gomorra":
"In Nome della Legge - La Giustizia nel Cinema Italiano"
di Guido Vitiello, 177 pp, collana Cinema, 2013
Enzo Tortora suggerì per scherzo di proibire, in Italia, i telefilm di Perry Mason, perché lo spettatore rischiava di farsi un'idea del tutto irreale della giustizia. La battuta coglieva un aspetto decisivo: il processo americano si presta assai meglio del nostro alla messinscena cinematografica, tanto da aver dato vita a generi giudiziari come il courtroom drama e il legal thriller. E in Italia? Che caratteristiche ha il nostro cinema giudiziario? In che modo ha fatto i conti con le evoluzioni del rito processuale, della figura pubblica del magistrato, dei rapporti tra giustizia e società? Com'è cambiata la rappresentazione del mondo della legge e dei suoi protagonisti - giudici, avvocati, imputati? A vent'anni da Mani Pulite, il libro tenta di rispondere a queste domande. I saggi qui raccolti indagano generi e stagioni del nostro cinema (la commedia, il cinema politico, il poliziottesco), autori cruciali come Damiano Damiani, eroi del nostro immaginario come il giudice antimafia, senza trascurare la fiction televisiva, i formati giornalistici di spettacolarizzazione della cronaca nera, le metamorfosi della letteratura giudiziaria.
prezzo di copertina: 16,00

Acquistalo su € 12.75



Libri correlati:
"Non solo Gomorra. Tutto il cinema di Matteo Garrone"
di Domenico Monetti, Luca Pallanch, Pierpaolo De Sanctis, 183 pp, Edizioni Sabinae, collana Cinema italiano, 2008
Quello di Matteo Garrone è uno dei pochi sguardi cinematografici capaci di interpretare lucidamente l'Italia di questi anni, secondo un'indagine estetica personale e coerente, attenta alla forza delle immagini e sensibile al prodursi delle emozioni più che alla cronaca delle informazioni. Questa monografia ne descrive il metodo di lavoro e lo stile di regia attraverso alcuni interventi saggistici e un corposo apparato di interviste, oltre che allo stesso Garrone a cura di Maurizio Braucci, anche ai suoi più stretti collaboratori: Gianni Di Gregorio, Massimo Gaudioso, Marco Onorato, Marco Spoletini. Oltre ai testi dei tre curatori, il volume ospita i contributi di Italo Moscati e Francesco Crispino. In appendice, una selezione ragionata delle recensioni dei film, a testimoniare l'evolversi delle opinioni della critica, con un approfondimento sul "fenomeno" Pranzo di ferragosto, il film di Di Gregorio prodotto da Garrone. Con la prefazione di Goffredo Fofi.
prezzo di copertina: 18,00


Video


Foto