Meno di 30
I Viaggi di Robi

Vite da Sprecare


Regia: Giovanni Calvaruso (opera prima)
Anno di produzione: 2019
Durata: 86'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico
Paese: Italia
Produzione: Tramp LTD; in collaborazione con Social Movie Production
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: colore & b/n
Formato di proiezione: DCP, colore
Titolo originale: Vite da Sprecare
Altri titoli: Lifes to be wasted

Sinossi: Vite da sprecare si svolge in Sicilia nel 1976 e racconta quella che passata alla storia come la strage di Alcamo Marina, in cui furono barbaramente assassinati due giovani carabinieri.
Vite da sprecare innanzitutto la storia della morte di quei due uomini: lappuntato Salvatore Falcetta di 35 anni e il carabiniere semplice Carmine Apuzzo, appena diciannovenne.
I due militari furono uccisi nel sonno la notte fra il 26 e il 27 gennaio e fin da subito le versioni ufficiali fornite dalla stessa Arma dei Carabinieri non convinsero n la stampa n tantomeno lopinione pubblica.
Vite da sprecare anche e soprattutto la storia di altri cinque uomini, alcuni allepoca ancora minorenni, ingiustamente accusati e costretti a confessare un crimine che non hanno commesso e per il quale sono stati, in seguito, condannati a svariati anni di prigionia (Giuseppe Vesco, Giovanni Mandal, Enzo Ferrantelli, Gaetano Santangelo e Giuseppe Gulotta).
A dare maggiore forza e verit alla storia ha contribuito lex brigadiere dei carabinieri Renato Olino che, dopo oltre tre decenni, ha deciso di raccontare tutta la prima fase delle indagini e degli interrogatori.
Vite da sprecare la storia di una strage senza colpevoli, ancora oggi avvolta nelle nebbie di uno dei tanti misteri di questo Stato e delle sue oscure trame.
La storia di una strage che ha visto coinvolte, secondo alcuni collaboratori di giustizia e un ispettore di polizia, le peggiori forze antidemocratiche del Paese: Cosa Nostra; la famigerata organizzazione paramilitare Stay Behind - Gladio; i servizi segreti deviati; i gruppi neofascisti.

"Vite da Sprecare" stato sostenuto da:
Regione Siciliana
Sicilia Film Commission
Sensi Contemporanei Cinema e Audiovisivo


  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto