http://ortigiafilmfestival.com/2018/
I viaggi di Roby
Cinema Aquila
locandina di "Sbirri"

Cast

Interpreti:
Raoul Bova (Matteo Gatti)
Alessandro Sperduti (Marco Gatti)
Simonetta Solder (Sveva Gatti)
Luca Angeletti (Luca Martani)
Massimiliano Vado (Ginecoloco Esperto di Joga Prenatale)

Soggetto:
Roberto Burchielli

Sceneggiatura:
Roberto Burchielli
Duccio Camerini (Collaborazione)

Musiche:
Fabrizio Lamberti

Montaggio:
Alessandra Paseri
Elvis Millesi

Costumi:
Stefano Giovani

Scenografia:
Stefano Giambanco

Fotografia:
Luigi "Gigi" Martinucci

Suono:
Alberto Parodi

Produttore:
Raoul Bova
Chiara Giordano
Mauro Parissone
Laura Guglielmetti

Sbirri


Regia: Roberto Burchielli
Anno di produzione: 2009
Durata: 100'
Tipologia: lungometraggio
Genere: azione/drammatico/poliziesco
Paese: Italia
Produzione: Sanmarco Film; in collaborazione con Agenzia h24
Distributore: Medusa Distribuzione
Data di uscita: 10/04/2009
Formato di ripresa: HDV, Videofoninini e Webcam
Camera: Panasonic 201 palmare
Formato di proiezione: 35mm, colore
Ufficio Stampa: Valentina Guidi / Mario Locurcio
Titolo originale: Sbirri

Recensioni di :
- Gli "Sbirri" raccontati da Roberto Burchielli

Sinossi: "Sbirri" la storia di Matteo Gatti, un impegnato giornalista televisivo che, dopo aver perso il figlio per limprovvida assunzione di una pastiglia di ecstasi, vuole svolgere uninchiesta e viene accolto nella Squadra Speciale della Polizia che combatte lo spaccio di droga a Milano. Matteo, quindi, compie un viaggio reale nel mondo della droga alla ricerca convinta e disperata dei motivi della morte di suo figlio, del colpevole, ma anche del suo essere genitore inadeguato. Matteo conosce con stupore e disagio tutti gli aspetti del fenomeno droga, della sua rapida e drammatica espansione che travolge tutte le classi sociali e migliaia di ragazzi sempre pi giovani. Matteo scopre anche con ammirazione la vita dei poliziotti, eroi normali, che quotidianamente mettono a rischio la loro vita per combattere il crimine, per salvare i giovani.

Note:
Tutte le operazioni della squadra inserite nel film sono vere. Raoul Bova, per potervi partecipare, si , infatti, camuffato ed ha vissuto per un intero mese con il nucleo speciale di polizia partecipando alle azioni dellantidroga, agli arresti, agli interrogatori, che dunque sono autentici e vissuti in presa diretta. La forza di "Sbirri" nel suo linguaggio innovativo, che inserisce nella realt documentata limprovvisazione da parte degli interpreti che, senza copione, raccontano i sentimenti dei loro personaggi. Il pubblico diventa, cos, partecipe di un viaggio informativo, educativo ed emozionante.

Video


Foto