I Viaggi Di Roby

TOSCANA FILMMAKERS FESTIVAL V - Presentato il programma


Ospite d'onore il 10 giugno Leonardo Pieraccioni. Federico Bondi miglior autore toscano dell'anno per “Dafne”. Due i concorsi: Doc Toscana e Corto Toscana. Film di chiusura “Forse è Solo Mal di Mare" di Simona De Simone.


TOSCANA FILMMAKERS FESTIVAL V - Presentato il programma
Dal 10 a al 14 giugno 2019, il Castello dell'Imperatore a Prato ospiterà la quinta edizione del Toscana Filmmakers Festival, manifestazione annuale che promuove la nuova cinematografia Toscana. Cinque serate, dalle ore 21:00, con tanti ospiti e la proiezione dei video dei due concorsi: Corto Toscana e Doc Toscana. Un'edizione che conferma la vitalità del cinema e dell'audiovisivo toscano.

“Quella di quest'anno sarà un'edizione all'insegna del cinema autoriale, con tantissimi autori e filmmakers che hanno partecipato ai due concorsi.” - dichiarano i direttori artistici Simone Pinchiorri e Francesco Ciampi - “Il cinema toscano sta attraversando un momento di grande vitalità, e siamo contenti che il festival e la città di Prato siano diventati la casa dei filmmakers. Non a caso ospiteremo Leonardo Pieraccioni, uno degli autori più importanti della nostra regione, che rappresenta un esempio di come il cinema toscano sia riuscito ad affermarsi e consolidarsi negli anni”.

Sarà proprio Leonardo Pieraccioni ad aprire il festival il 10 giugno alle ore 21:00 (serata ad invito). Il regista ed autore dialogherà sulla sua lunga carriera con il giornalista e critico Federico Berti. Pieraccioni sarà insignito del Premio Speciale cinemaitaliano.info. Al termine verrà proiettato il primo documentario in concorso, “Arriverderci Saigon” di Wilma Labate, che racconta l’incredibile storia delle Stars, la giovanissima band italiana che dalla provincia toscana viene spedita inaspettatamente in Vietnam, a suonare nella base militare americana durante il conflitto con gli Stati Uniti.

L'11 giugno serata dedicati ai concorsi. Alle 21:30 sono in programma tre film della sezione Corto Toscana. “Come la Prima Volta” di Emanuela Mascherini, opera sull'Alzheimer con Luciano Virgilio e Giusi Merli. Piergiorgio Bellocchio è il protagonista di “Non è una Bufala” di Niccolò Gentili ed Ignacio Paurici, storia di un uomo solitario ossessionato dalle “fobie” contemporanee sul terrorismo islamico. Infine, “Krenk” di Tommaso Santi, cortometraggio sull'immigrazione girato a Prato e vincitore della terza del Bando MigrArti del Mibact. Chiude la serata il documentario (Doc Toscana) “Beo”di Stefano Viali e Francesca Pirani, dove la storia personale del protagonista si intreccia con quella del '900. Una prospettiva inedita per ripercorrere un secolo attraverso uno straordinario testimone.

La serata del 12 giugno (ore 21:00) è dedicata a Federico Bondi, al quale sarà attribuito il Premio come Miglior Autore Toscano dell'Anno per il film “Dafne”. Il regista incontrerà il pubblico e parlerà della genesi della sua opera vincitrice del Premio FIPRESCI della stampa internazionale alla Berlinale 2019. Seguirà la proiezione del film, che racconta la storia di Dafne, interpretata da Carolina Raspanti, una trentenne portatrice di sindrome di Down, esuberante e trascinatrice, che sa organizzare da sola la sua vita ma vive ancora insieme ai genitori, Luigi (Antonio Piovanelli) e Maria (Stefania Casini).

Il 13 giugno alle ore 18:00 al Cinema Terminale (Via Carbonaia, 1) sarà presentato l'ultimo film di Doc Toscana, “Gli Ultimi Butteri” di Walter Bencini, documentari sui “cowboys” di Alberese in Maremma, uomini eroici che praticano ancora l'allevamento allo stato brado di bovini, esempi viventi di una possibilità di riscatto nei confronti della natura. Alle 21:30 si apre la serata al Castello dell'Imperatore con le ultime tre opere del concorso Corto Toscana. Si parte con “Far East” di Cristina Puccinelli con Pamela Villoresi, Marcello Marziali, Michele Crestacci, Sara Billi e Duccio Arrighi. Il corto racconto al storia di un anziano signore, che per il suo egoismo perde la badante e si metterà in viaggio alla sua ricerca preso dai rimorsi. Di seguito la proeizione di “The Last Lesson” di Francesco Borchi, opera realizzata prodotta in Repubblica Ceca, sulla tormentata vicenda di uno scrittore alla ricerca del successo e di un misterioso professore. Chiude il programma “Unfolded” di Cristina Picchi, opera prima di finzione della regista lucchese, un ritratto di un’anima sospesa tra il potere catartico di una nuova opportunità e la nostalgia di un passato irrecuperabile.
La serata termina con due Eventi Speciali: il corto “N” di Iacopo di Girolamo, miglior cortometraggio al Napoli Film Festival 2018, manifestazione gemellata con il Toscana Filmmakers Festival; e “Venere Vincitrice” di Massimo Smuraglia (21'), prodotto dalla Scuola di Cinema Anna Magnani di Prato

La giornata del 14 giugno (Castello dell'Imperatore, ore 21:00) è dedicata alle premiazioni dei due concorsi Corto Toscana e Doc Toscana, ed alla proiezione del film di chiusura “Forse è Mal di Mare” di Simona De Simona con Francesco Ciampi, Beatrice Ripa, Annamaria Malipiero, Orfeo Orlando, Patrizia Schiavone, Cristian Stelluti, Paolo Bonacelli, Maria Grazia Cucinotta, Barbara Enrichi e gli Street Clerks. Prodotto dalla Cibbè Film di Prato, il film è girato sull'Isola di Linosa e racconta la storia di Francesco, un fotografo che si è trasferito sull'ìsola per scelta di vita con la figlia, e che dovrà confrontarsi tra un presente incerto ed un passato altrettanto burrascoso.
Alla proiezione sarà presente il cast del film.

La giuria della quinta edizione del Toscana Filmmakers in Festival è composta da Jacopa Payar (regista), Simona De Simone (regista) e presieduta da Giovanni Cioni (regista, sceneggiatore ed autore), che assegnarà i seguenti premi ed eventuali menziali speciali: Premio Miglior Cortometraggio “Corto Toscana” (valore 500 euro) ed il Premio Miglior Documentario “Doc Toscana” (valore 500 euro)
Oltre ai premi dei giurati, è previsto un Premio del Pubblico per le categorie “Corto Toscana” e “Doc Toscana”, assegnato tramite voto popolare.

Direttori artistici della manifestazione sono Simone Pinchiorri e Francesco Ciampi.
Gli incontri con gli autori sono moderati dal giornalista e critico cinematografico Federico Berti.

Il Toscana Filmmakers Festival è organizzato da cinemaitaliano.info in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Prato ed è inserito nel cartellone della Prato Estate 2019.

Main sponsor della manifestazione Publiacqua, Alma Carpets ed Il Biscottificio Antonio Mattei.

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

In caso di pioggia e/o maltempo, le serate della manifestazione saranno spostate al Cinema Terminale – Casa del Cinema di Prato in Via Carbonaia, 1 a Prato.

04/06/2019, 13:43

La Redazione