OFF - Ortigia Film festival
I viaggi di Roby

BOX OFFICE 2012 - Una Top10 all'insegna della commedia


Tra i dieci maggiori incassi italiani dello scorso anno, nove sono commedie. Stravince "Benvenuti al Nord", chiude la classifica "Venuto al mondo".


BOX OFFICE 2012 - Una Top10 all'insegna della commedia
Claudio Bisio
Quello che ci siamo appena lasciati alle spalle, stato un anno di continui alti e bassi per il cinema italiano.

Se i trionfi internazionali di Matteo Garrone, che con il suo "Reality" si aggiudicato il Grand Prix du Jury al Festival International du Film de Cannes, e di Paolo e Vittorio Taviani, che hanno trionfato a Berlino ottenendo il Goldener Br fr den Besten Film e il Preise der kumenischen Jury, ci hanno fatto gioire, chi ha sorriso meno sono stati gli esercenti, che per lunghi, a volte lunghissimi periodi hanno patito la desolazione delle sale.

Nonostante il calo del numero di spettatori, i gusti degli italiani rispetto agli ultimi anni non sono cambiati. A trionfare , ancora una volta, la commedia nelle forme pi disparate, dal sentimentale al natalizio, da quella pi volgare a quella pi ricercata.

Fatta esclusione per l'ultimo film di Sergio Castellitto, tra i primi dieci film pi visti manca tutto il cinema d'autore e quello meno commerciale, dai gi citati Garrone e Taviani a Giordana, Amelio, Ozpetek, Bellocchio e Vicari.
Questa la classifica dei 10 maggiori incassi italiani tra l'1 gennaio 2012 e l'1 gennaio 2013:

1) Benvenuti al Nord di Luca Miniero - 27.197.000,00
2) Immaturi: il viaggio di Paolo Genovese - 11.828.000,00
3) Posti in piedi in Paradiso di Carlo Verdone - 9.321.000,00
4) Colpi di fulmine di Neri Parenti - 8.779.000,00
5) Tutto tutto niente niente di Giulio Manfredonia - 7.985.000,00
6) Il peggior Natale della mia vita di Alessandro Genovesi - 7.840.000,00
7) I 2 soliti idioti di Enrico Lando - 7.630.000,00
8) Com bello far lamore di Fausto Brizzi - 6.895.000,00
9) Viva lItalia di Massimiliano Bruno - 5.305.000,00
10) Venuto al mondo di Sergio Castellitto - 4.950.000,00

03/01/2013, 15:57

Antonio Capellupo