I Viaggi di Robi

UNA FAMIGLIA PERFETTA - Ma quanto finto il Natale?


Commedia di Paolo Genovese che arriva in sala oggi. Un film che sembra voler parlare della solitudine ma che in realt mostra gli aspetti peggiori delle Feste comandate in famiglia. Distribuito da Medusa in 400 copie uno dei film italiani che proveranno a combattere con le grandi produzioni americane per il primato del ricco mese di dicembre.


UNA FAMIGLIA PERFETTA - Ma quanto  finto il Natale?
Sergio Castellitto in "Una Famiglia Perfetta"
Secondo film sotto l'albero 2012. E' Paolo Genovese a firmarlo, dopo il doppio "Immaturi", su una sceneggiatura scritta una decina di anni fa con il vecchio compagno di lavoro Luca Miniero. Tratta in parte da un film spagnolo, la storia cerca di porre davanti allo spettatore diverse domande sul Natale. Il protagonista Leone, Sergio Castellitto, uomo ricco e solo che prende in affitto una compagnia di teatranti per fargli interpretare un copione da lui scritto: il Natale perfetto con la famiglia perfetta. La compagnia di attori dovr simulare di essere la famiglia di Leone, con tanto di moglie, nonna, fratello e figli, e trascorrere il 24 e 25 dicembre insieme a lui in un magnifico casale umbro.

Il tutto per non stare solo, per far capire alla sua ex quanto la famiglia che lui ha rifiutato sia imperfetta e non cos gradevole come ci si aspetta, ma anche per puro capriccio di ricco. Ma sono false motivazioni. A uno sguardo pi attento, tutta la messa in scena non fa che suggerire la falsit dei meccanismi che alimentano oggi il Natale. Tutto costruito, dai rapporti umani, alla convivenza tra parenti, dagli obblighi dei regali (c' chi li detesta, ma poi si offende se non nulla trova sotto l'albero), fino all'epilogo buonista passando per gli scontri, i litigi e l'immancabile redde rationem.

L'idea divertente e, per chi non ha visto l'altro film, originale. Ma forse qualcosa non torna nello sviluppo della storia, qualcosa che sembra aver subito delle modifiche per ottenere il bollino da "film di Natale"; qualche accomodamento, l'happy end canonico, un cinismo da vera commedia che si ferma prima di fare troppi danni.

Nel complesso "Una Famiglia Perfetta" funziona grazie anche agli attori che sembrano a loro agio nell'interpretare il ruolo doppio di personaggio e interprete. Oltre a Sergio Castellitto, Marco Giallini il capocomico e fratello di Leone, Claudia Gerini la prima attrice nei panni della moglie, Carolina Crescentini, l'attrice giovane, moglie di Giallini nella finzione e poi Ilaria Occhini, Eugenio Franceschini, Eugenia Costantini, e Francesca Neri arruolata come irrisolta mina vagante della messa in scena.

29/11/2012, 14:44

Stefano Amadio