Sudestival 2020

Mate Y Moneda


Regia: Luca Bellino
Anno di produzione: 2004
Durata: 52'
Tipologia: documentario
Genere: sociale/storico
Paese: Italia
Produzione: Dipartimento Comunicazione e Spettacolo Universit degli Studi di Roma Tre
Distributore: Docum
Data di uscita: n.d.
Formato di ripresa: DV Cam
Formato di proiezione: DV, colore
Titolo originale: Mate Y Moneda

Sinossi: Tra il 1870 e il 1955 milioni di italiani emigrano in Argentina.
Buenos Aires, 21 dicembre 2001. LArgentina si scopre dun tratto un paese povero.
Nel 2002 quasi due milioni di argentini decidono di ripercorre al contrario il viaggio dei propri nonni e arrivano in Europa.
In un piccolo paese del meridione dItalia la concia delle pelli affare di famiglia: la prima conceria fu edificata nel 1850, a Solofra. Durante la seconda guerra mondiale le fabbriche furono convertite e nellimmediato dopoguerra lArgentina divenne il luogo dei sogni. Nella provincia di Buenos Aires si trasferirono centinaia di famiglie e nacque allora una piccola Solofra, a Valentin Alsina nel comune di Lans. Dal nulla di fango e grilli furono costruite 260 concerie, le chiese, le scuole, i circoli, e tutto con gli stessi nomi del paese dorigine. Dopo anni di ricchezza oggi le concerie sono chiuse, i capannoni sono in vendita, i figli di chi ha costruito quel piccolo mondo sono tornati indietro. Di nuovo a Solofra, ripartendo da zero, dagli stessi lavori miseri da cui partirono i loro nonni, scoprendosi ancora una volta stranieri.
"Mate Y Moneda" racconta la storia delle migrazioni tra lItalia e lArgentina, la storia di un sogno infranto, la storia dei fantasmi che un popolo porta con s, la storia del recupero della memoria, della ricostruzione della memoria.

Ambientazione: Buenos Aires (Argentina) / Solofra (AV)

Periodo delle riprese: Aprile 2004 - Ottobre 2004

"Mate Y Moneda" stato sostenuto da:
ACLI
INAS-CISL
INCA-CGIL
ITAL-UIL
ETSI-CISL
A.N.F.E.
ICE
Aerolineas Argentinas
Provincia di Salerno
Solofra Service
Emilio Vietri Leather Broker Organization


Note:
L'organizzazione delle riprese in Argentina del documentario sono state curate dalla Diva Producciones.

Video


Foto

Notizie