Napoli Film Festival
I Viaggi di Robi
locandina di "Il Corpo del Duce"

Il Corpo del Duce


Regia: Fabrizio Laurenti
Anno di produzione: 2011
Durata: 56'
Tipologia: documentario
Genere: politico/sociale/storico
Paese: Italia
Produzione: Cinecittà Luce
Distributore: Cinecittà Luce
Data di uscita: 02/07/2013
Formato di ripresa: DigiBeta
Formato di proiezione: 35mm, colore e bianco/nero
Ufficio Stampa: Ufficio Stampa Cinecittà Luce
Vendite Estere: Cinecittà Luce
Titolo originale: Il Corpo del Duce

Recensioni di :
- FESTIVAL DI TORINO Laurenti mostra "Il corpo del duce"

Sinossi: Il 29 aprile 1945, partigiani e popolo di Milano si danno appuntamento in piazzale Loreto per celebrare la morte del duce. Appeso per i piedi, il cadavere di Mussolini appare un simbolo della Resistenza vittoriosa. Ma quel corpo straziato, vera e propria icona dell’intero regime, incarna anche l’orrore della guerra civile, oltre a una storia difficilmente proponibile come mito di fondazione dell’Italia nuova: trafugato dai neofascisti nel 1946, viene nascosto dalla Dc per undici anni, fino ad arrivare, solo nel 1957 alla tumulazione di Predappio.

Libro sul film "Il Corpo del Duce":
"Il Corpo del Duce"
di Sergio Luzzatto, 340 pp, 2011
Il fascino personale di Mussolini ha costituito un fattore di consenso del regime fascista. Ma che cosa è successo dopo il 1945? Secondo l'autore il carisma del duce non è venuto meno con la sua morte. Il saggio prende le mosse dal Ventennio, studiando l'immaginario della morte del dittatore all'apogeo della sua vita. Vengono quindi ripercorse le avventure della salma dopo la fucilazione: l'oltraggio collettivo di piazzale Loreto; il trafugamento da parte neofascista; il lungo periodo di occultamento in nome della ragion di Stato; la controversa tumulazione a Predappio. Nell'Italia del dopoguerra, le vicende del "cadavere senza pace" hanno alimentato un movimento di pietà: compatire Mussolini era un modo di compatire e perdonare se stessi.
prezzo di copertina: 13,00

Acquistalo su € 11.05



Video


Foto