I viaggi di Roby
Cinema Aquila
locandina di "Zac - I Fiori del Male"

Cast

Con:
Pino Zac
Drahomira Biligova
Jacopo Fo
Vincenzo Gallo "Vincino"
Riccardo Mannelli
Vauro Senesi
Vincenzo Sparagna
Valter Zarroli

Soggetto:
Massimo Denaro

Sceneggiatura:
Massimo Denaro

Montaggio:
Massimo Denaro

Fotografia:
Massimo Denaro

Suono:
Hamed Momeni Ghomi (presa diretta)
Luigi Cuomo (presa diretta)
Marco Falloni (mixage)
Federico Cabula (Assistente Montaggio del Suono)

Produttore:
Massimo Denaro

Post-produzione:
Massimo Denaro

Secondo operatore macchina:
Morteza Rokhsatpanah

Assistente di produzione:
Eleonora Visalli

Assistenti alla macchina:
Cristina Denaro

Assistenti alla macchina:
Hamed Momeni Ghomi

Assistenti alla macchina:
Nazareno Manuel Nicoletti

Assistenti alla macchina:
Solmaz Vilkiji

Segretaria di Edizione:
Luz Angela

Supervisione alle Traduzioni:
Klara Buhr

Trascrizioni Audio Traduzioni:
Donatella Incardona

Zac - I Fiori del Male


Regia: Massimo Denaro
Anno di produzione: 2015
Durata: 65'
Tipologia: documentario
Genere: arte/biografico/satira
Paese: Italia
Produzione: CSC Centro Sperimentale di Cinematografia Sede Abruzzo
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: Full HD
Formato di proiezione: HD, colore
Ufficio Stampa: Gabriele Barcaro
Titolo originale: Zac - I Fiori del Male
Altri titoli: Pino ZAC Un Italien Fou dans le Vent

Sinossi: Febbraio 78. Dopo alcuni mesi di fatiche, brindisi e denunce, il giornale satirico Il Sale chiude improvvisamente. In trattoria a Campo de Fiori, Pino Zac annuncia: leditore mi vuole fare fuori, ma voi dovete restare. Tutta la redazione non ha dubbi: il giornale ce lo facciamo noi.
Nasce Il Male, lunico giornale a ribaltare loperazione santificatrice della figura di Aldo Moro operata dai media ufficiali. Pino Zac non solo il direttore venuto dal Canard Enchan, la guida, il talent scout che inaugura una nuova stagione di satira italiana che arriva sino ad oggi.
Disegnatore nato a Trapani, regista de Il Cavaliere Inesistente tratto da Italo Calvino, tra un aereo e un altro Pino Zac si rifugia quando pu in Abruzzo, sua vera terra adottiva.
Febbraio 2014. Nella casa-studio a Fontecchio tutto rimasto come nel 1985, quando Zac scompare colpito da infarto a 55 anni, sepolto sotto un silenzioso manto di polvere. Perfetta metafora della sua arte colpevolmente dimenticata.

Sito Web: http://facebook.com/pinozacfilm

Note:
Immagini di archivio: Cineteca Nazionale, Rai Teche

  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto