CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby
Carla Grippa

31/08/1981
Imperia, Italia

Carla Grippa


Filmografia dal 2000:
2021 » corto Pulp Bomb Trash: aiuto regista
2021 » corto The Double: aiuto regista
2018 » corto Arkas: suono
2014 » doc Nessun Fuoco Nessun Luogo: regia, sceneggiatura, fotografia, suono, Riprese
2011 » doc Per Vie Traverse - Racconti dal Ghetto di Croce Bianca: regia, fotografia, suono
2011 » doc Tunis apres Degage: 13-18 maggio 2011: fotografia, Collaborazione al Progetto
2010 » doc Il Caso Diga: Testimoni Attori, Portatori d'Interesse: regia, fotografia, suono
2009 » doc Iolandia: regia, fotografia, suono

Biografia:
Dopo aver frequentato la facoltà del Dams a Torino, Carla Grippa si trasferisce a Genova dove dal 2006 inizia a lavorare come operatore di ripresa, focus puller e tecnico.
Carla Grippa e Marco Bertora collaborano dal 2008 alla realizzazione di documenti audio-visivi, legati dalla comune passione per l’arte cinematografica.
Un legame ripartito su diversi percorsi formativi e professionali che ne diversificano le competenze:
Carla Grippa è operatrice di ripresa. Da otto anni lavora nel settore della produzione audiovisiva sia televisiva (RAI, Sky) che cinematografica come operatore e tecnico.
Marco Bertora, laureato nel 2010 presso la facoltà di Scienze della Formazione di Genova con una tesi di ricerca in Antropologia culturale e visuale, grazie alla passione per la narrazione filmica ha scelto di approfondire l’aspetto registico e progettuale del video.
Uniti dal comune interesse per l’immagine e per l’indagine socio-culturale, il loro obiettivo è lavorare in maniera integrata sul territorio, con progetti che permettano di riflettere su esiti e percorsi  della  trasformazione urbana e sociale.
Dopo l’esperienza all’interno dell’associazione Laboratorio Mobile, con la quale hanno realizzato numerosi documentari fra cui “Iolandia” (Menzione Migranti al Visioni Fuori Raccordo Festival, Roma 2008, e Premio del Pubblico al Genova Film festival 2009) e “Il caso Diga” (prodotto e finanziato dal comune di Genova in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Urbanistica INU) hanno prodotto “Per vie traverse. Racconti dal Ghetto di Croce Bianca” (proiettato in numerosi festival, eventi pubblici a Genova e su reti televisive regionali). Questa ricerca indaga la maniera in cui il territorio urbano dentro il quale l’uomo sceglie (o non sceglie) di abitare influenzi profondamente le relazioni che quest’ultimo si trova a condurre e approfondisce tutti gli aspetti socio-architettonici di una zona ben definita e delimitata, nella necessità di un continuo confronto e dialogo fra il territorio e i suoi abitanti.
(ultima modifica: 21/10/2012)