CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

SUDESTIVAL 2020 - "5 e' il numero perfetto" in Concorso


Venerdì 14 alle 21.00, al cinema Vittoria di Monopoli, l’attore Lorenzo Lancellotti presenterà l’opera prima del fumettista Igort in Concorso al 21/mo Sudestival. Sabato alle 18.00, al Teatro Mariella, appuntamento con il documentario “Il terremoto di Vanja”, opera prima dell’attore Vinicio Marchioni in anteprima per la Puglia


SUDESTIVAL 2020 -
Toni Servillo in "5 è il numero perfetto" di Igort
Il film "5 è il numero perfetto", opera d’esordio del fumettista Igort (Igor Tuveri), noir napoletano nonché adattamento cinematografico della sua celebre graphic novel, è un piccolo affresco napoletano nell'Italia anni Settanta ma anche la storia di un'amicizia tradita e di una seconda opportunità e di una rinascita. Ambientato in una Napoli degli anni ‘70, “5 è il numero perfetto” segue le vicende di Peppino Lo Cicero, interpretato da Toni Servillo. Peppino è un guappo, un sicario di seconda classe della camorra in pensione, costretto a tornare in pista dopo l'omicidio di suo figlio (Lorenzo Lancellotti). Questo avvenimento tragico innesca una serie di azioni e reazioni violente ma è anche la scintilla per cominciare una nuova vita. Ad affiancarlo Totò 'O Macellaio (Carlo Buccirosso), amico e complice di un'intera vita e Rita, l'amante di sempre, interpretata da Valeria Golino.

L’attore Lorenzo Lancellotti incontrerà il pubblico in sala prima e dopo la proiezione insieme a Michele Suma, direttore artistico della manifestazione.

Come di consueto la proiezione del film in concorso sarà preceduta, alle 20.30, da un cortometraggio della sezione Sudestival in Corto. Il terzo cortometraggio a essere presentato sarà "My Tyson" di Claudio Casale.

Le proiezioni proseguiranno sabato 15 febbraio, ore 18.00, al Teatro Mariella, con Sudestival Doc. L’appuntamento è con l’anteprima per la Puglia di "Il terremoto di Vanja", esordio alla regia dell’attore Vinicio Marchioni, che per due anni ha effettuato le riprese del suo spettacolo tratto dalla pièce di Cechov, adattandolo per la rappresentazione nella provincia italiana distrutta dai recenti terremoti. Partendo dal capolavoro dello scrittore russo Marchioni racconta la crisi italiana post-terremoto attraverso il suo sguardo tragicomico, mostrando al pubblico la sua straordinaria forza umana e riportando l’attenzione sulle persone che a dieci anni dal terremoto che ha distrutto L’Aquila e a tre da quello di Amatrice, ancora oggi combattono contro i danni subiti. Il regista Marchioni e la coautrice Milena Mancini interverranno a proiezione conclusa via collegamento video.

A chiudere il programma del fine settimana, domenica 2 febbraio, sempre alle ore 18.00, presso la sala eventi della Biblioteca Rendella, appuntamento con “Gli imprescindibili”, retrospettiva dedicata all’attore recentemente scomparso Carlo Delle Piane che vedrà la proiezione del film “Tutti defunti… tranne i morti” di Pupi Avati.

12/02/2020, 18:35