I Viaggi Di Roby

A Carbonia "La Fabbrica del Cinema"


A Carbonia
In occasione dell’inaugurazione di EX – DI’ Memorie in Movimento da venerdì 18 a domenica 20 dicembre 2015 a Carbonia (CI) verrà presentato al pubblico il progetto la FABBRICA DEL CINEMA, con un fitto programma di incontri, proiezioni e ospiti, strettamente legati ai temi della fabbrica, del lavoro, della migrazione e della memoria storica. Tra gli ospiti che hanno confermato la loro presenza: Davide Ferrario, Alina Marazzi e Marco Bertozzi, tre autori tra i più significativi nel panorama Nazionale e che da sempre lavorano sui temi della memoria storica e cinematografica.

La Fabbrica del Cinema sarà un centro polivalente della Memoria e della Cultura Audiovisiva, un polo cinetecario, museale, culturale, produttivo e archivistico, il cui lavoro verrà svolto secondo tre principali direttrici: preservazione e conservazione della memoria storico-sociale audiovisiva del territorio, produzione di nuova memoria audiovisiva, diffusione e promozione della memoria e della cultura audiovisiva.Genesi del Progetto ed Enti Finanziatori:

Dopo un percorso durato quasi dieci anni, viene alla luce EX-DI’ – Memorie in Movimento – la Fabbrica del Cinema, all’interno dell’ex Direzione Amministrativa della Grande Miniera di Carbone di Serbariu (CI). Uno spazio di oltre 700 mq., unico nel suo genere, presso il quale troveranno dimora gli uffici del Centro Servizi Culturali di Carbonia-Iglesias della Società Umanitaria, oltre quelli del Centro Audiovisivi gestito in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Carbonia, e che vede impegnati alcuni operatori della Cooperativa Progetto S.C.I.L.A., e a cui si affiancheranno anche nuovi servizi e nuovi spazi espositivi e museali previsti dal protocollo d’intesa firmato dai due comuni capoluogo di provincia, Carbonia e Iglesias, dalla ex Provincia di Carbonia-Iglesias, dal Parco Geominerario Storico-Ambientale della Sardegna e dall’Agenzia Regionale per il Lavoro. Il soggetto che ha ideato e progettato “La Fabbrica del Cinema” è il C.S.C. Carbonia-Iglesias della Società Umanitaria insieme a un’importante rete di stakeholders e di partner. Il progetto ha potuto contare sul fondamentale sostegno della Regione Sardegna, attraverso l’Assessorato ai Beni Culturali, Pubblica Istruzione, Sport e Spettacolo, e sul finanziamento da parte della Fondazione Banco di Sardegna e della Società Cooperativa EuralcoopConad.

Già dal logo della Fabbrica del Cinema (concepito e realizzato dalla designergrafica Erica Floris e dall’Architetto Matteo Pittau), si deduce lo spirito nel quale la cittadina di Carbonia sarà avvolta per le tre giornate pre -natalizie: cinema, archivi cinematografici e lavoro si intrecceranno con i luoghi della memoria, in un movimento continuo di trasformazione. Il tutto all’insegna della proposta di eventi che chiameranno a raccolta registi, operatori del settore, studiosi, teorici, ricercatori e tutte le forze produttive e creative del territorio, a livello nazionale, per provare ad allargare insieme la rete di sostegno a questo progetto, unico nel panorama regionale, e per riflettere insieme su come possano essere meglio sostanziate e svolte le attività già previste dall’idea progettuale. Una pre-apertura è prevista per la mattina di venerdì 18 con la proiezione, dedicata alle scuole, del film “La strada di Levi” di Davide Ferrario che alle 10.00 incontrerà gli studenti dell’I.I.S. Cesare Beccaria. Dalle ore 17.30, presso la Sala Lampisteria del CICC – Centro Italiano Cultura del Carbone, interverrà il regista e storico del cinema Marco Bertozzi che approfondirà il tema “Visioni d'archivio. Film, culture, istituzioni", all'interno del cui incontro verrà anche presentato il libro dell'autore dal titolo “Recycled Cinema". Alle ore 21.00 al Cine-Teatro Centrale, il regista Davide Ferrario presenterà al pubblico il suo documentario dal titolo "LA ZUPPA DEL DEMONIO" (Italia, 2014, 80’), uno straordinario tributo al lavoro e ai lavoratori.

La giornata centrale è quella di sabato 19 quando, alle 10.30, verranno inaugurati l’intero spazio Ex-Dì Memorie in Movimento – La Fabbrica del Cinema - e, contestualmente, sia la Mostra permanente della collezione CONI, riguardante un numero importante di apparati tecnici ed editoriali per la cine-foto-ottica, che la Mostra dell’artista Virginia Siddi, che resterà aperta fino al 31 gennaio 2016, dal titolo "DAL PROFONDO DELL’ANIMA", composta da venti pezzi di diversi formati, appartenenti al ciclo che da il titolo alla Mostra e accomunati dalla materia utilizzata per la realizzazione degli stessi: il carbone. Nel pomeriggio di sabato dalle ore 17.00 al Cine-Teatro Centrale si potrà assistere all’incontro con Franco Lecca, direttore della fotografia, e con il critico e giornalista dell’Unione Sarda Sergio Naitza con la proiezione di alcuni estratti dal film "NOISTOTTUS", documentario del 1987 che ripercorre alcune tappe della storia mineraria della Sardegna. Ancora sabato sera, sempre al Cine-Teatro, a partire dalle ore 21.00, Alina Marazzi sarà presente in sala per la proiezione del suo film "UN’ORA SOLA TI VORREI" (Italia, 2002, 52’), un lavoro autobiografico molto intenso che la regista ha fatto sul tema della memoria.

Domenica 20 mattina, nel giorno di chiusura, la Fabbrica ospiterà il World Cafè, uno strumento di progettazione partecipata, dal titolo “FABBRICHIAMO CULTURA – officina collettiva per il futuro del territorio” a cura della Dott.ssa Francesca Cinus. Ingresso su invito.
Domenica pomeriggio alle ore 18.00 al Cine-Teatro Centrale è prevista la proiezione in anteprima regionale del nuovo lavoro di Giuseppe Casu, alla presenza del regista, "IL PRESAGIO DEL RAGNO" (Italia, 2015, 63’), già presentato al Festival CinemAmbiente di Torino e che racconta il lavoro degli ultimi tonnarotti ancora attivi presso la tonnara di Carloforte in Sardegna. A seguire si chiuderà con il film di montaggio "ISURA DA FILMA" (Italia, 2013, 50’) del regista Marco Antonio Pani, realizzato su spezzoni inediti girati (in formato 16mm) negli anni ‘40 e ‘50 dal noto documentarista Fiorenzo Serra, musicato da Paolo Fresu e prodotto dalla Società Umanitaria.
Tutti i registi saranno sempre presenti in sala.

16/12/2015, 18:19