I viaggi di Roby

FILM IN TV - I consigli di CinemaItaliano per venerdì 5


Ricky Tognazzi con due film, Totò, Aldo Fabrizi e i giovani d'oggi, Monica Vitti e Renato Pozzetto, la prima tv di "Ti sposo ma non troppo" di Gabriele Pignotta


FILM IN TV - I consigli di CinemaItaliano per venerdì 5
Monica Vitti, alle 19,15 su Raimovie
Iris (canale 22) ore 16.40

"Canone inverso – Making Love"

2000. Durata: 107’, regia di Ricky Tognazzi, con Gabriel Byrne, Hans Matheson, Melanie Thierry, Ricky Tognazzi

Trama: Praga, anni Venti. L’ebreo povero Jeno e il ricco David, studenti in un conservatorio, diventano amici, uniti dalla passione comune per la musica. Ma le persecuzioni razziali sono alle porte.

Commento: Dopo aver affrontato diversi temi di cronaca, Ricky Tognazzi si cimenta con la Storia raccontando il nazismo, l’Olocausto e la primavera di Praga. Il tutto condito dall’amore e dalla passione per la musica. Forse un po’ troppa carne al fuoco, dato che il film non risulta essere tra i più riusciti del regista.

Curiosità: La pellicola è tratta dall’omonimo romanzo di Paolo Mauresig. Il titolo è desunto da un brano musicale che può essere suonato nei due sensi.

Rai Movie (canale 24) ore 19.15

"Per vivere meglio, divertitevi con noi"

1978. Durata: 115’, regia di Flavio Mogherini, con Monica Vitti, Renato Pozzetto, Johnny Dorelli, Milena Vukotic

Trama: Film diviso in tre episodi. Nel primo, una donna, traumatizzata dalla violenza subita da sette sherpa himalayani, crede di incontrare un extraterrestre. Nel secondo, un geloso assicuratore vuole capire se la moglie lo tradisca, mentre nel terzo e ultimo un accanito giocatore alle corse dei cavalli decide di comprare un equino.

Commento: Lungometraggio a episodi, una formula molto in voga tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli Ottanta. Nonostante il cast di livello, il film non è memorabile.

Curiosità: Tra i tanti sceneggiatori del film figurano anche Castellano e Pipolo, i fratelli Carlo ed Enrico Vanzina, Renato Pozzetto e Cochi Ponzoni.

Tv 2000 (canale 28) ore 21.10

"Totò, Fabrizi e i giovani d’oggi"

1960. Durata: 87’, regia di Mario Mattoli, con Aldo Fabrizi, Totò, Geronimo Meynier, Luigi Pavese

Trama: La figlia di un pasticcere e il primogenito di un ragioniere si amano e vogliono sposarsi. Ma i rispettivi padri, che non si sopportano, rischiano di far naufragare le nozze.

Commento: Nonostante la sceneggiatura non originale, il film si fa apprezzare per i divertenti duetti dei due protagonisti.

Curiosità: Nella scena finale fa un’apparizione Dino Valdi, controfigura di Totò in molte pellicole, mentre la “sora Lella”, ovvero Elena Fabrizi sorella di Aldo e grande tifosa laziale, ricopre il ruolo della proprietaria della trattoria.


Rai 5 (canale 23) ore 22.40

"La pianista bambina"

2011. Durata: 65’, regia di Flaminia Lubin, con Matilde Ferri

Trama: Zhanna e Frin sono due sorelle ucraine molto brave a suonare il pianoforte. Quando nel 1941 i tedeschi invadono l’Ucraina, le piccole scoprono gli orrori della guerra.

Commento: Realizzato con il patrocinio della comunità ebraica di Roma, il documentario, tratto da una storia vera, ha il giusto equilibrio tra racconto, nozioni storiche ed emozioni. Assolutamente ben fatto.

Curiosità: Il reportage prende liberamente spunto dal libro “Hiding in the Spotlight: A Musical Prodigy’s Story of Survival, 1941-1946” di Greg Dawson, il quale racconta il modo in cui sua madre Zhanna sia scampata all’Olocausto.

Premium Emotion (canale 312) ore 19.35

"Tutta colpa della musica"

2011. Durata: 98’, regia di Ricky Tognazzi, con Stefania Sandrelli, Marco Messeri, Elena Sofia Ricci, Ricky Tognazzi

Trama: Giuseppe ha da poco ottenuto la meritata pensione. Ma ben presto si rende conto che la vita da pensionato non fa per lui, così inizia a frequentare un coro dove incontra e si innamora di Elisa.

Commento: Ricky Tognazzi torna a occuparsi di musica. Ma se in “Canone inverso” la melodia serviva a raccontare l’Olocausto, qui il regista narra un amore tra persone mature. La pellicola, pur con i suoi difetti, è godibile ed è soprattutto un invito a guardare sempre avanti nonostante le difficoltà che la vita presenta di tanto in tanto.

Curiosità: Il film avrebbe dovuto intitolarsi “Mi dispiace devo andare”, ma Simona Izzo, moglie di Ricky Tognazzi nonché sceneggiatrice della pellicola, ha deciso di cambiare il titolo in quello attuale nel corso delle riprese.

Sky Cinema Hits (canale 304) ore 21.10

"Ti sposo ma non troppo – 1a Tv"

2014. Durata: 95’, regia di Gabriele Pignotta, con Gabriele Pignotta, Vanessa Incontrada, Chiara Francini, Fabio Avaro

Trama: La vita di Andrea, una giovane abbandonata sull’altare, e quella del fisioterapista precario, sia nel lavoro che nei sentimenti, Luca finiscono per incrociarsi con quelle di Carlotta e Andrea, coppia in crisi alla vigilia del matrimonio.
Commento: Per il suo primo lungometraggio, Gabriele Pignotta decide di firmare una commedia sentimentale che punta tutto sugli equivoci. La pellicola si fa apprezzare per l’assenza di battute facili e volgari, molto di moda in un certo tipo di commedia italiana di oggi, ma non riesce a coinvolgere del tutto lo spettatore, rendendo il film dimenticabile.

Curiosità: Il film ha fatto nascere un sodalizio artistico tra Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta. Dopo la pellicola, infatti, i due si sono ritrovati a teatro nello spettacolo teatrale “Mi piaci così come sei”, scritto e diretto dal Pignotta stesso.


a cura di Niccolò Di Francesco

03/06/2015, 09:00