I viaggi di Roby

Gabriele Pignotta


Filmografia dal 2000:
2017 » Otzi e il Mistero del Tempo: regia
2016 » corto L'Amore che Vorrei: regia, soggetto, sceneggiatura
2015 » corto Ancora un'Altra Storia: regia, soggetto, sceneggiatura
2014 » Sotto una Buona Stella: soggetto, sceneggiatura
2014 » Ti Sposo ma non Troppo: regia (opera prima), attore (Luca), soggetto, sceneggiatura
2014 » Un Natale Stupefacente: soggetto, sceneggiatura
2011 » corto In fondo a destra: attore

Biografia:
Gabriele Pignotta è un giovane autore, attore e regista romano che si è saputo far conoscere dal grande pubblico in tempi molto brevi. Gentile, disponibile, umile e con la battuta sempre pronta, riesce ad entrare nel cuore di chiunque lo conosca. Inizia la sua gavetta in diverse compagnie teatrali e a scrivere programmi televisivi per la Rai e per Mediaset, con lo staff di Japino-Carrà, fino ad arrivare ad avere uno spazio comico su Rai Due in Al posto tuo di Alda D’Eusanio, la scrittura e conduzione di due programmi su Sky e una partecipazione come attore al sabato sera di Rai Uno con Pippo Baudo. Abbandonata momentaneamente la televisione per la sua grande voglia di raccontare storie, decide di fondare una sua compagnia teatrale ed inizia a scrivere e produrre commedie che riscuotono da subito il favore del pubblico in tutti i teatri in cui vengono messe in scena. La sua opera prima, Una notte bianca, diventa un immediato successo. Dopo aver sbancato il botteghino dei teatri off, approda su palcoscenici di grande capienza e prestigio come il Teatro Manzoni di Roma, arrivando a vincere il premio Gassmann come miglior testo italiano. Successivamente scrive Scusa sono in riunione, ti posso richiamare? (record d’incassi al Teatro Manzoni di Roma e grandissimo successo al Teatro Sistina) e Ti sposo ma non troppo. Sempre garbate, mai volgari o di cattivo gusto, con tempi comici e gag perfette, le commedie di Gabriele Pignotta diventano in breve tempo un fenomeno nazionale. Nel frattempo appare in varie commedie di altri registi (come Colpi di fulmine, Immaturi – il viaggio, Pazze di me) e in sit-com di enorme successo come Rex 6 e Un medico in famiglia.

Ed è finalmente grazie al sodalizio professionale con Marco Belardi (produttore insieme alla Lotus di pellicole di grande successo) che Gabriele realizza il suo primo lungometraggio, Ti sposo ma non troppo, tratto dall’omonimo spettacolo teatrale di cui è regista ed interprete, insieme a Vanessa Incontrada. Nel 2014, anno di uscita del suo primo film, firma anche la sceneggiatura della nuova pellicola di Carlo Verdone Sotto una buona stella, record d'incassi della stagione. Pignotta è stato inserito tra gli autori contemporanei nel libro Storia del teatro italiano contemporaneo di Giovanni Antonucci edito nel 2013. Attualmente sta scrivendo il nuovo film di Natale prodotto da Aurelio e Luigi De Laurentis ed è in procinto di ripartire con una nuova tournée teatrale. Ha appena concluso la nuova campagna sociale contro la violenza sulle donne con tre mini film che verranno trasmessi sulla televisione nazionale e che diventeranno un cortometraggio. Questo a Visioni Corte è un graditissimo ritorno: nel 2012 Gabriele vinse come miglior film nella categoria CortoFiction con la sua commedia “Il primo giorno di primavera”.
(ultima modifica: 17/10/2014)