I Viaggi Di Roby

I vincitori del Salento Finibus Terrae 2012


I vincitori del Salento Finibus Terrae 2012
Tre italiani vincono la sezione dedicata ai Diritti Umani: Stefano De Felici, Stefano Chiodini e Enrico Parenti. Precarietà, disoccupazione, violenza sulle donne, terzo mondo i temi trattati dai vincitori.

"La casa di Ester" di Stefano Chiodini si aggiudica il premio Unesco Miglior Cortometraggio della sezione Diritti Umani
della decima edizione del Salento Finibus Terrae. Il cortometraggio del regista toscano (Grosseto), classe 77, tratta il tema della violenza domestica. Dietro l’apparente ordinarietà della vita di coppia, una donna prende finalmente coscienza del dramma intollerabile di violenza che subisce ogni giorno recuperando un passato mai dimenticato del tutto (cortometraggio già vincitore del 52° Globo d'Oro a Roma). Interpretato da Cecilia Dazzi (la vittima) e Sergio Albelli nei panni del violento consorte.

"Zewdu the Street Child" di Enrico Parenti è il film vincitore premio Unicef “Miglior Regia” (sulla storia di un ragazzo di dodici anni che vende gomme da masticare in Etiopia).

"Non siamo scarti" di Stefano De Felice si è aggiudicato il Premio Assessorato alla cultura città di Ostuni, menzione speciale della giuria (sulla disoccupazione in Italia over 40 che sono un milione e mezzo in Italia).

03/08/2012, 08:11