I Viaggi Di Roby

WEEK END AL CINEMA Cinque nuovi italiani in uscita in sala


Dal 9 marzo nei cinema "Ti stimo fratello" di Vernia e Uzzi, "L'arrivo di Wang" dei Manetti, "Native", "La-Bas, Educazione criminale" e "Colour from the dark".


WEEK END AL CINEMA Cinque nuovi italiani in uscita in sala
Dalla fantascienza al dramma, dalla commedia all'horror,
Cinque produzioni italiane di "genere" in uscita dal 9 marzo nelle sale.
Per gli amanti della comicità "televisiva", arriva il debutto sul grande schermo di Giovanni Vernia con "Ti stimo fratello", co-diretto con Paolo Uzzi, "L'arrivo di Wang" segna il ritorno dei Manetti Bros, orrore all'italiana con "Native" di John Real e "Colour from the dark" di Ivan Zuccon, opera prima di grande interesse, già passata alla Mostra del Cinema di Venezia, per Guido Lombardi e il suo "La-Bas, Educazione criminale".

Ti stimo fratello: Giovanni Vernia porta a cinema il suo "Jonny Grove", realizzando soggetto, sceneggiatura, regia, musiche e interpretando due personaggi. Forse troppo, per un'operazione che cerca di ripercorrere il successo ottenuto dai film con Zalone, giocando tutto sulla notorietà televisiva.

La-Bas, Educazione criminale: Il 18 settembre del 2008 sei ragazzi africani finirono ammazzati dai kalashnikov della camorra. Lombardi arriva all'evento nel finale e segue il percorso di uno dei superstiti, dall'arrivo in Italia, ai loschi traffici per conto dello zio, fino al rifiuto di una ricchezza illegale e troppo pericolosa.

Native: Da quando ha fatto l'apparizione una misteriosa "Nativa", la vita di Michela, giovane dottoressa, si è tinta di lati oscuri e paranormali. Un horror/thriller girato nel catanese, che sembra essere tratto da una storia vera.

Colour from the dark
: Nella tranquilla campagna padana, durante la Seconda Guerra Mondiale, tra vecchie cascine abbandonate e casolari secolari si risveglia “il colore”, un’entità antica e malvagia che in breve tempo distrugge la vita di una famiglia di contadini. Dopo Stati Uniti, Francia, Spagna, Giappone e India, il film arriva in sala con Distribuzione Indipendente.

L'arrivo di Wang: Una giovane interprete di cinese viene contattata dai servizi segreti per la traduzione simultanea in un delicato interrogatorio. In un crescendo di tensione ben calibrato, si scoprirà che il misterioso signor Wang è un alieno giunto sulla Terra per “conoscerne gli abitanti e avviare un interscambio culturale”. Film di genere ben girato e con un buon ritmo a dispetto di un'azione che si svolge quasi esclusivamente in una stanza.

09/03/2012, 15:50

Antonio Capellupo