Sudestival 2020

I vincitori del Premio Libero Bizzarri 2011


I vincitori del Premio Libero Bizzarri 2011
Si conclusa a San Benedetto del Tronto la 18a edizione del Premio Libero Bizzarri. La Giuria, presieduta da Gualtiero De Santi e composta da Francesco Calogero e Paolo De Nardis, ha assegnato i seguenti premi:

Premio Speciale della Giuria
Per questi stretti morire (cartografia di una passione) di Giuseppe M. Gaudino e Isabella Sandri
Motivazione: Unindagine condotta su una figura di ecclesiastico che fu esploratore cineasta e fotografo, Alberto Maria De Agostini, di cui nulla ci resta se non le immagini di un suo film che costituiscono lordito sul quale ricomporre le vicende di un percorso il cui rimosso nasconde anche la verit della deportazione degli indigeni delle Terre magellaniche. In questo senso Gaudino e Sandri rintracciano in uno schema ormai illeggibile la complessit di un processo di mappatura cinematografica, in linea con le pi avanzate tendenze e metodologie danalisi critica.

Premio "Libero Bizzarri" Miglior Documentario
Il Silenzio di Pelejan di Pietro Marcello
Motivazione: Poema lirico su una delle maggiori figure del cinema europeo, larmeno Artavadz Pelejan, filmato nella sua sfuggente e misteriosa quotidianit, avvicinato attraverso lacerti delle opere e frammenti di riprese che lo ritraggono in momenti straordinari della sua vita di cineasta. Una vita affrontata da Pietro Marcello con una emotiva e colta sovrapposizione che utilizza autonomamente il montaggio a distanza tramite un dosaggio ammirevole tra fotografia, colonna sonora e ritmo. Insomma, la conferma piena di un autore, appunto il nostro Marcello, che di San Benedetto in qualche modo una presenza assidua e una scoperta.

Premio Internazionale Maestri del Cinema
Artavazd Peleian
Motivazione: La sirezione del Premio Libero Bizzari sulla scia di una linea e una tradizione che hanno visto premiati precedentemente grandi autori come Michelangelo Antonioni e Manoel de Olivera e insieme Vittorio De Seta, appena scomparso e cui stata dedicata questa diciottesima edizione, ha ritenuto doveroso, anche in relazione alla vittoria dellopera di Pietro Marcello, di attribuire a Artavazd Peleian il Premio Internazionale riservato a Maestri del Cinema, nellauspicio di poterlo avere come ospite a San Benedetto in una delle prossime edizioni ma insieme e soprattutto riconoscendo in lui una delle voci pi alte del cinema dellultimo cinquantennio.

La giuria ha colto loccasione della presentazione nel concorso di questanno del doc di Sabina Guzzanti, "Franca la prima", per rendere omaggio a Franca Valeri che di quellopera lanima e loggetto, ma anche la presenza costante e attiva. Un omaggio "che vuole esprimere laffetto e lammirazione anche di tutto il pubblico verso linterprete intelligente ed arguta, la prima satiriste dello spettacolo italiano, ma anche per lautrice di teatro (e altres di cinema) colta e attenta e la donna che rimane in prima linea nelle battaglie in difesa della nostra cultura".

Il Premio della Giuria Popolare per la sezione Mediconterranneo stato vinto da "This is my Land... Hebron" di Giulia Amati e Stephen Natanson.

10/12/2011, 10:19