I Viaggi Di Roby

SALINA DOC FEST, V edizione: l'isola delle Eolie
centro del documentario mediterraneo


Un festival dedicato alla rinascita del genere documentario e al racconto della realtà dei nostri Paesi. Tema dell’edizione 2011 è “Confini e orizzonti”. Quell’orizzonte comune di valori che lega i popoli del Mediterraneo, dalla riva sud alla riva nord, accomunati da gusti, sapori e valori condivisi, contro la crisi che sta investendo il mondo occidentale e che va sotto il nome di “globalizzazione”. Le speranze di Giovanna Taviani


SALINA DOC FEST, V edizione: l'isola delle Eolie centro del documentario mediterraneo
Giovanna Taviani, alla V edizione del Salina Doc Fest
"Spero che il vento della primavera araba porti a Salina e a tutti noi la forza e l'impeto della sua indignazione. Questi giovani, che da magreb e medio oriente stanno per raggiungere la nostra isola, possono contribuire davvero a svegliarci da un torpore che incatena il nostro paese da almeno 20 anni. L'adesione di artisti popolari come Franco Battiato e Vinicio Capossela, del resto, ci conferma che questo messaggio puo' uscire dalla nicchia privilegiata dell'impegno di pochi e raggiungere un pubblico sempre più vasto". Giovanna Taviani

Comincia al Centro Congressi di MALFA la V edizione del Salina DocFest.
Il festival ideato e diretto da Giovanna Taviani raccoglie quest'anno i migliori documentari dell'area del Mediterraneo, con lo sguardo rivolto alla "primavera araba" e alle novità dei paesi della riva meridionale dopo le rivolte degli scorsi mesi.

Primi lavori ad essere proiettati oggi alle 16,00, "Hermanitos" di Jacopo Tartarone e "Hinter dem Meer" di Veronica Kaserer, entrambi in corsa per il premio Italia.doc.
Alle 21 parte la sezione Eolie.doc con le proiezioni dalle 21,00 di "Marina Corta Lipari" di Franco Monopoli e "In viaggio... per 50 anni" di Alberica Archinto; al termine un incontro con i registi.

Mercoledì alle 10,00, ancora Italia.doc con i documentari "Milano 55,1. Cronaca di una Settimana di passioni" di Autori vari e a seguire "Heroes and Heroines" di Danilo Monte e Filippo Papini. I registi incontreranno il pubblico dopo le proiezioni.
Alle 16,00 ancora Italia con il film di Rossella Schillaci "Altra europa (Other Europe)". Un lavoro di 75 minuti al termine dei quali l'autrice sarà in sala per un dibattito con il pubblico.

La serata di mercoledì prosegue alle 19,00 in Piazza Santa Marina con una degustazione offerta dagli operatori turistici dell’Associazione Salina Isola Verde che anticiperà la cerimonia di apertura del Festival. Alle 21,00 si spalanca la "Finestra sul Mediterraneo" con la proiezione di
"Raïs Labhar (Ô ! Capitaine des Mers)", del regista tunisino Hichem Ben Ammar a Salina per incontrare la platea del festival.
Una serata che proseguirà fino a notte con il concerto di Mario Incudine & Band.

20/09/2011, 11:10

Stefano Amadio