Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

In corso il 60mo Festival Internazionale di Locarno


Pubblichiamo un resoconto del nostro collaboratore Luca Corbellini, appena tornato da un soggiorno di 5 giorni al festival di Locarno.


In corso il 60mo Festival Internazionale di Locarno
la Piazza Grande di Locarno
Dal 1 all’11 Agosto è di scena il Festival del Film di Locarno.

Quest’anno compie 60 anni ma è sempre stato all’avanguardia per i film in concorso e per le retrospettive proposte. Un festival veramente d’essai dove mondanità e vanità non trovano spazio, è solo lo schermo che parla!

Dopo le “perdite” recenti di 2 grandi maestri del cinema quali Bergman ed Antonioni, il primo autore unico sui drammi del quotidiano ed il secondo “fotografo” indimenticabile sulla “comunicabilità” e bellezza femminile, la tristezza ha fortunatamente lasciato spazio alla voglia di vedere.

Il direttore artistico Frédéric Maire, in carica dallo scorso anno, ci ha ancora stupito per il coraggio di presentare film di “innovazione”, anche se il ricco menu presentato ci ha costretto a rinunciare alla visione di film o cortometraggi di sicuro interesse. E allora via immersi dalle prime ore del mattino (sono stati cinque giorni intensi) con il programma pasticciato per fare il “mosaico” della giornata e dopo la giornata faticosa, non senza qualche sbadiglio ogni tanto e con la dose di caffeina sempre alta, ci si tuffa la sera in Piazza Grande. Ottomila persone sedute (una sera eravamo anche diecimila!) davanti allo schermo più grande del mondo. Uno spettacolo nello spettacolo.

Anche un po’ di Italia, lo sottolineo con molto orgoglio, raccoglie consensi viste le sale piene di gente alla visione dei film della retrospettiva Signore & Signore. Chi non si ricorda Anna Magnani in “Bellissima” ? Ed Alida Valli in “Piccolo mondo antico”? E le altre grandi quali Sofia Loren, Lucia Bosè, Tina Pica, Anna Valeri, Gina Lollobrigida, Claudia Cardinale, Giulietta Masina, Sandra Milo, Stefania Sandrelli, Silvana Mangano, Monica Vitti, Mariangela Melato, Ornella Muti, Margherita Buy, Asia Argento, Monica Bellucci, Laura Morante, Giovanna Mezzogiorno… sì, le ho citate quasi tutte e di generazioni diverse, perchè si meritano di essere ricordate.

Da segnalare che in concorso per il Pardo d’oro c'è anche il film italiano “Haiti chèrie” di Claudio Del Punta. Aspettiamo con ansia il verdetto il prossimo 11 Agosto.

09/08/2007

Luca Corbellini