I viaggi di Roby
locandina di "Vincere"

Cast

Interpreti:
Giovanna Mezzogiorno (Ida Dalser)
Filippo Timi (Benito Mussolini)
Fausto Russo Alesi (Riccardo Paicher)
Michela Cescon (Rachele Guidi)
Pier Giorgio Bellocchio (Pietro Fedele)
Corrado Invernizzi (Dottor Cappelletti)
Paolo Pierobon (Giulio Bernardi)
Bruno Cariello (Giudice)
Francesca Picozza (Adelina)
Simona Nobili (Madre Superiora)
Vanessa Scalera (Suora Misericordiosa)
Giovanna Mori (La Tedesca)
Silvia Ferretti (Scarpette Rosse)
Corinne Castelli (Lacrime)
Patrizia Bettini (La Cantante)
Fabrizio Costella (Il Piccolo Benito Albino)
Paola Crova (Matta di Pergine)
Giovanni Vettorazzo (Poliziotto di Guardia)

Soggetto:
Marco Bellocchio

Sceneggiatura:
Marco Bellocchio
Daniela Ceselli

Musiche:
Carlo Crivelli

Montaggio:
Francesca Calvelli

Costumi:
Sergio Ballo

Scenografia:
Marco Dentici

Fotografia:
Daniele Ciprì

Suono:
Gaetano Carito

Produttore:
Mario Gianani

Trucco:
Franco Corridoni

Acconciature:
Alberta Giuliani

Vincere


Regia: Marco Bellocchio
Anno di produzione: 2009
Durata: 128'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico/storico
Paese: Italia/Francia
Produzione: OffSide, Rai Cinema, Celluloid Dreams Productions, Wildside; in collaborazione con Istituto Luce
Distributore: 01 Distribution
Data di uscita: 22/05/2009
Formato di ripresa: 35mm
Formato di proiezione: 35mm, colore
Ufficio Stampa: 01 Ufficio Stampa / Studio PUNTOeVIRGOLA / Le Public Systeme Cinema
Vendite Estere: Celluloid Dreams
Titolo originale: Vincere
Altri titoli: Vencer - Victorie

Recensioni di :
- Il dramma "sconosciuto" di Ida Dalser, donna del Duce, in "Vincere" di Marco Bellocchio

Sinossi: Benito Mussolini è alla direzione dell’Avanti quando incontra Ida Dalser a Milano. Antimonarchico e anticlericale Mussolini è un ardente agitatore socialista impegnato a guidare le folle verso un futuro di emancipazione sociale. In realtà la Dalser lo aveva già fuggevolmente incontrato a Trento e ne era rimasta folgorata.
Ida crede fortemente nelle sue idee: Mussolini è il suo eroe. Per lui, per finanziare la fondazione del Popolo d’Italia, il giornale che diventerà il nucleo del futuro Partito Fascista, vende tutto: appartamento, salone di bellezza, mobilio, gioielli.
Allo scoppio della guerra Benito Mussolini si arruola e scompare dalla vita della donna. Ida lo rivedrà in un ospedale militare, immobilizzato e accudito da Rachele, appena sposata con rito civile. Furente si scaglia contro la rivale rivendicando di essere lei la vera moglie, di avergli dato un figlio, ma viene allontanata a forza.
Ida è una donna dalle reazioni esplosive, incapace di accettare compromessi. Disconosciuta, sorvegliata, pedinata, non si arrende, protestando la sua verità, scrivendo lettere a chiunque: alle autorità, ai giornali, al Papa. Rinchiusa in manicomio lei - in un istituto il bambino - per oltre undici anni, tra torture e costrizioni fisiche, non ne uscirà mai più e mai più rivedrà suo figlio, a cui toccherà la stessa disperata sorte di esistenza cancellata.

Ambientazione: Trentino / Savigliano (TO) / Torino / Collegno (TO) / Carignano (TO)

"Vincere" è stato sostenuto da:
Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC)
Provincia Autonoma di Trento
Film Commission Torino Piemonte
Regione Piemonte (Assessorato alla Cultura)
Eurimages


Note:
Ida Irene Dalser (Sopramonte, 1880 – Venezia, 11 dicembre 1937) fu una delle compagne di Benito Mussolini. Dalla loro relazione nacque l'11 novembre 1915 Benito Albino Mussolini, che venne educato in un collegio dei Barnabiti e poi arruolato in marina, sempre sotto la stretta sorveglianza della polizia politica. Venne internato nel manicomio di Milano Mombello dove morì il 26 agosto 1942.
Le immagini di repertorio presenti nel film sono tratte dell'Archivio dell'Istituto Luce.


Video


Foto