I viaggi di Roby
locandina di "Patria"

Patria


Regia: Felice Farina
Anno di produzione: 2014
Durata: 87'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico/sociale/storico
Paese: Italia
Produzione: Nina Film, Amaro Produzioni
Distributore: Cinecittà Luce
Data di uscita: 26/02/2015
Formato di ripresa: 1:2,35, colore
Formato di proiezione: DCP, colore
Ufficio Stampa: Ufficio Stampa Cinecittà Luce
Vendite Estere: Nina Film
Titolo originale: Patria

Recensioni di :
- PATRIA - Italia, eternamente disperata
- VENEZIA 71 - La "Patria" di Felice Farina

Sinossi: La fabbrica chiude e licenzia, l’ennesima nel torinese. Addio posti di lavoro, addio identità, addio certezze. Salvatore Brogna, operaio, si arrampica sulla torre della fabbrica, per protesta o forse solo per rabbia cieca, minacciando di buttarsi giù. Giorgio, operaio rappresentante sindacale, di carattere e fede politica del tutto opposti, arriva per salvarlo dalla caduta. Il terzo, ipovedente e autistico, custode assunto come categoria protetta, si aggiunge scalando eroicamente la torre per fare loro compagnia.
Nell’arco di una notte, abbandonati da tutti, nella disperata attesa che arrivi qualche giornalista, questi tre punti di vista così diversi sul mondo ripercorrono gli ultimi trent’anni della vita del Paese, gli anni che li hanno portati su quella torre pericolosa. Anni di occasioni sprecate, di speranze tradite, di crimini e stragi, di ribaltoni e giochi di potere. Li rivediamo anche noi questi anni attraverso il montaggio del materiale d’archivio e, come contraltare di questa danza perversa degli eventi, quasi a rimarcarne l’assurdità, rimane il semplice buon senso di tre uomini senza alcun potere, appesi in cima ad una torre, che aspettano qualcuno, chiunque, mentre senza accorgersene costruiscono un’amicizia.

"Patria" è stato sostenuto da:
MIBACT
Regione Piemonte
Film Commission Torino Piemonte


Libro sul film "Patria":
"Patria"
di Enrico Deaglio, 1035 pp, collana Saggi, 2010
Ma davvero è successo tutto questo? In un libro di novecento pagine, una cavalcata in quel vero romanzo che è stata l'Italia degli ultimi trent'anni. È come guardare un film sulla nostra vita, in cui gli avvenimenti sono raccontati mentre succedono. Si comincia con Aldo Moro nella prigione del popolo, nell'anno che ha cambiato tutto. E poi, l'ascesa della mafia, il rapporto stretto tra crimine e potere, la guerra e i segreti di Cosa Nostra, i morti e i soldi che li hanno accompagnati. I grandi condottieri dell'industria tra sogni e corruzione, la fine ingloriosa della Prima repubblica, l'ascesa della televisione e del suo magnate, il Nord conquistato dalla Lega, il nuovo potere del Vaticano, la rivalutazione del fascismo, la crisi e la deriva. La nostra storia in cinquecento storie: anno per anno, i protagonisti, i fatti, le parole, le vittime e i vincitori, le resistenze, la musica e le idee che hanno costruito il nostro paese. Un libro per ricordare quanto è successo e per scoprire che - molto spesso - le cose non erano andate proprio così.
prezzo di copertina: 14,90


Note:
Materiali d’archivio: Rai Teche, AAMOD, Arch. Lotte Fiat Pietro Perotti, Arch. Naz. Cinema Impresa, CSC, CRICD, Telesud Trapani, Ferrovie dello Stato, Guardia di Finanza, Paolo Micai, Luigi Perollo, Leonardo Tiberi, Radio Radicale, Repubblica Tv.

Video


Foto