CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby
locandina di "San Cosma - Il Gioco del Silenzio"

Cast

Interpreti:
Francesco Petit Bon (Papa' Sturaro)
Franco Petit Bon (Papa' Baratto)
Marcella Braga (Mamma Greggio)
Elisabetta De Gasperi (Mamma Sturaro)
Tommaso Finco (Beppino Sturaro)
Angela Girotto (Paesana)
Eva Girotto (Mamma Girotto)
Leonardo Masin (Idelmino Biondi)
Alberto Piatto (Silvio Carturan)
Emanuele Piovene (Papa' Sturaro)
Lorenzo Salvetti (Franco Greggio)
Francesco Sestito (Sergio Sturaro)
Michele Vigilante (Parroco San Cosma)
Giacomo Vigo (Mario Girotto)
Carla Camporese (Anziana)
Chiara Pulze (Mamma Baratto)

Sceneggiatura:
Alessandra Gonnella
Ezzelino Girotto

Musiche:
Andrea Ferrari (III)

Montaggio:
Alice Lorenzon

Costumi:
Marta Mazzucato

Effetti:
Christian Melchiorri

Fotografia:
Lorenzo Pezzano

Suono:
Enrico Lenarduzzi (Boom Operator)
Giacomo Maraboli (Sound Design)

Produttore:
Diego Loreggian

Produttore Esecutivo:
Diego Loreggian

Produttore Esecutivo:
Angela Salmaso

Parucco:
Monica Sturaro

Trucco:
Anna Lazzarini

Gaffer:
Daniele Fonassi

Grip:
Michele Spagnolo

San Cosma - Il Gioco del Silenzio


Director: Diego Loreggian, Alessandra Gonnella
Year of production: 2019
Durata: 18'
Tipology: cortometraggio
Genres: drammatico
Country: Italia
Produzione: Redstring Pictures; in collaborazione con Comune di Monselice
Distributore: Emera Film
Data di uscita: n.d.
Aspect Ratio: 4K
Formato di proiezione: HD, colore
Press office: Studio Alfa
Titolo originale: San Cosma - Il Gioco del Silenzio

Storyline: Nell’ottobre 1944, per fermare l’avanzata delle forze anglo-americane, i Tedeschi avevano costruito una serie di sbarramenti tra Cavarzere e i Colli Euganei, ammassando nel Monselicense una grande quantità di munizioni. Le sorti del conflitto, però, andarono diversamente e il materiale bellico non fu utilizzato. Dopo la ritirata dei nazisti, a San Cosma le granate e i proiettili abbandonati vennero spostati all’interno della scuola elementare. I ragazzi del paese, tuttavia, riuscivano a entrare attraverso una finestrella sul retro e a portare via gli ordigni. Il loro pericoloso passatempo consisteva nel togliere la spoletta e far brillare le bombe, come fossero rudimentali fuochi d’artificio. Il primo dramma si compì il 5 maggio 1945 quando, a mezzogiorno, si udì un forte boato provenire da dietro la scuola. Lo scoppio improvviso di alcune munizioni provocò la morte di Sergio Sturaro e Franco Greggio, entrambi di 10 anni. Altri due bambini rimasero feriti: Beppino Sturaro e Idelmino Biondi. L’incidente si ripeté pochi mesi più tardi, la mattina del 7 ottobre, al termine della messa del Fanciullo. L’esplosione di un proiettile spense Mario Girotto, 12 anni e Silvio Carturan, 17. Anche in questo caso ci furono due feriti: Lucia e Luciano Tresoldi.

Video


Foto