CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby
Antonio Manco

06/04/1980
Napoli, Italia

Antonio Manco


Filmografia dal 2000:
2017 » doc Ni un Pibe Menos: regia, soggetto, sceneggiatura, fotografia, produttore
2014 » corto Unconnected: regia, montaggio, fotografia
2012 » doc Resistenza Artigiana: regia, soggetto, sceneggiatura, produttore

Biografia:
Nasce a Napoli il 6 Aprile del 1980. Nel 1997 concluso il Liceo Classico presso il Vittorio Emanuele II di Napoli si trasferisce a Perugia dove nel 2004 consegue la laurea in Scienze della Comunicazione con una tesi sul Linguaggio Cinematografico applicato alla comunicazione politica e sociale.
Nel 1998 frequenta il C.U.T. (Centro Universitario Teatrale) diretto da Roberto Ruggieri fino al 2000, anno in cui fonda e sostiene il laboratorio sperimentale di cinema diretto da Gabriele Anastasio.
Nel 2001 fonda un associazione culturale denominata Prhomosapiens attraverso la quale crea nel 2002 il Bianco film festival, primo festival di cinema sociale in Italia a carattere internazionale, ne e’ direttore generale fino al 2004.
Tra il 2003 e il 2004 frequenta a Bologna “Ipotesi Cinema” la scuola-non scuola diretta dal regista italiano Ermanno Olmi. Partecipa inoltre ad un corso propedeutico sul cinema creativo diretto dal regista argentino Fernando Pino Solanas.
Realizza due documentari “on the road” che lo porteranno a viaggiare e vivere in India per circa un anno.
Nel 2005 é la volta di Barcellona, dove frequenta prima l’Observatorio del Cinema de Barcelona, realizzando un documentario sociale a Buenos Aires sulla crisi del lavoro e sui movimenti sociali a seguito della crisi del 2001 in Argentina.
Nel 2007 lavora presso l’Accademia del Cine 15, organizza e insegna diversi corsi, tra cui uno come “Operatore di Camera”.
Nel 2008 lavora presso l’agenzia pubblicitaria Portabella Segarra Kolbe, dove realizza come regista spot di carattere politico.
Scrive e dirige “Come se niente fosse” un cortometraggio di 10m, ambientato a Barcellona e interpretato dall’attrice e modella Maria Reyes, vincera’ due premi come miglior film e miglior attrice al Festival del Cinema di Corciano nel 2009.
Nel 2010 scrive e dirige per la HOBOS FACTORY “Il Sogno di Gennaro” un cortometraggio di 25m, ambientato a Napoli che ha come protagonista un non-attore, Gaetano Guida, meccanico e saldatore, residente ai quartieri spagnoli di Napoli. Vince il premio Miglior film al Festival Internazionale del Cinema O’CURT a Napoli e riceve lo stesso anno due premi, Napoli Cultural Classic come miglior film e miglior attore non protagonista per Arduino Speranza. Tra le numerose proiezioni in ambito internazionale, vanta la selezione nella vetrina italiana presso il festival internazionale ShortShorts & Asia di Tokio 2011.
Selezionato da Shorts stories é trasmesso in onda presso il canale televisivo “Coming Soon”, aprile 2012.
Nel 2011 é aiuto regia della docu-fiction Sara sarà a Piscinola(Na) per la produzione cinematografica FIGLI DEL BRONX, scritta e diretta da Peppe Lanzetta;
Sempre nel 2011 é aiuto regia in Colombia per la EMME produzioni cinematografiche del film “Breve storia di lunghi tradimenti” scritto e diretto da Davide Marengo;
Scrive e dirige per la TV insieme al collettivo di CULTURAL VIDEO FOUNDATION la puntata pilota di “Appunti per una fiction a Castelvolturno” la prima di una serie tragicomica che vede gli immigrati africani di Castelvolturno, interpretare la loro vita quotidiana da un punto di vista “clandestino”.
Tra il 2011 e il 2012 dirige il documentario “LUMINARIA” seguendo la curatrice Simona Perchiazzi alle prese con la realizzazione di una rassegna di opere sull’arte contemporanea.
Nel 2012 é ideatore e autore del film documentario “RESISTENZA ARTIGIANA” prodotto da Giangi Foschini per la GIKA PRODUCTIONS di cui dirige la prima puntata ambientata nel centro storico di Napoli e che vede come protagonista Carmine Cervone, un tipografo linotipista.
Coordina e dirige un progetto filmico per le fondazioni senza scopo di lucro CISS e “Con il sud” dove un gruppo di studenti della scuola media “Antonio Sogliano” a Napoli lavora insieme alla realizzazione di un film corto.
(ultima modifica: 22/09/2012)