Fare Cinema
banner430X45

CONFIDENZA - Un segreto che spaventa


Dal 24 aprile in sala il nuovo film di Daniele Luchetti tratto dall’omonimo romanzo di Domenico Starnone. Protagonisti un magnifico Elio Germano professore di lettere e Federica Rosellini nei panni di una sua ex studentessa con la quale ha avuto una storia d’amore. Un noir esistenziale che fa a pezzi le ipocrisie maschili e la vita borghese.


CONFIDENZA - Un segreto che spaventa
Dopo Lacci tocca stavolta a Confidenza. I romanzi di Domenico Starnone continuano ad essere fonte d’ispirazione per Daniele Luchetti che porta ora nelle sale lo scritto del 2019 dell’autore napoletano.

Zone d’ombra e vite in maschera, ipocrisia maschile e pedagogia degli affetti in un film inclassificabile per genere e che richiede la partecipazione attiva dello spettatore per riempire le caselle vuote di una sceneggiatura (firmata dal regista con Francesco Piccolo) sospesa tra immaginazione e realtà e ambientata negli anni ‘80.

Con uno stimato professore di lettere al liceo (un magnifico Elio Germano) che instaura una relazione con una sua ex allieva (la sorprendente Federica Rosellini vista finora al cinema solo in Dove cadono le ombre di Valentina Pedicini del 2017) con la quale si scambia un segreto inconfessabile che non scopriremo mai.

Finito l’idillio e costruitosi una nuova vita con moglie (Vittoria Puccini) e figlia, Pietro Vella vedrà comparire dal passato (ma forse è il suo presente pieno di ombre) quella studentessa a ricordargli l’uomo che è stato e che non ha mai avuto il coraggio di confessare, nemmeno a se stesso.

“Starnone ha saccheggiato la mia vita” confessa Luchetti in conferenza stampa “racconta storie che mi riguardano ed è capace di indagare come pochi sul materiale umano. Lacci era una sorta di ipotesi sulla mia vita, qui invece si mostra un maschile intossicato dal narcisismo e dall’impostura”.

“Confidenza batte le vie dell’ambiguità cercando di raccontare la confusione con ordine” continua il regista de La scuola “non sopporto i film che portano per mano il pubblico, quelli politicamente corretti ed equilibrati con la morale pronta. Questo è un film a ipotesi piuttosto che a tesi”.

Per Elio Germano ancora un ruolo allucinato e disarticolato dopo America Latina dei Fratelli D’Innocenzo. “Confidenza è un film che ha molto a che fare con le maschere che indossiamo nel quotidiano, con Daniele e tutto il cast abbiamo lavorato ad un percorso interiore come in un romanzo russo dell’800. Si affrontano tematiche pirandelliane e lavorare con Luchetti è sempre un piacere per me. Per me conta non cosa ma come lo raccontiamo”.

“Pietro Vella è un uomo eticamente solido e la sua relazione con Teresa sarà deflagrante. Per la prima volta incontra una donna non succube ma autoritaria nonostante sia più giovane di lui. Lei frantuma i ruoli sociali e mette in discussione il suo desiderio di controllo assoluto”.

Nel bel cast di Confidenza, dal 24 aprile al cinema distribuito da Vision, recitano anche Pilar Fogliati, Isabella Ferrari, Roberto Latini, Luca Gallone e Giordano De Plano. Musiche e brani originali di Thom Yorke.

18/04/2024, 08:28

Claudio Fontanini