CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

7 DONNE E UN MISTERO - Quando il maschio finisce vittima


Esce in sala, distribuito da Warner Bros. Pictures, il 25 dicembre il nuovo film diretto da Alessandro Genovesi tratto dal francese "8 Femmes" diretto da Fraçoise Ozon nel 2002. Nel cast Margherita Buy e Diana Del Bufalo, Sabrina Impacciatore, Benedetta Porcaroli, Micaela Ramazzotti, Luisa Ranieri e con Ornella Vanoni.


7 DONNE E UN MISTERO - Quando il maschio finisce vittima
Le interpreti di "7 Donne e un Mistero" in sala dal 25
Margherita Buy conferma la sua statura. Come sempre la migliore del gruppo; misurata, pertinente e ancora capace di reggere un primissimo piano, bucando lo schermo con grande leggerezza e confermando professionalità e carisma per nulla intaccati dal passare degli anni, anzi.

Per il resto, come dice il titolo, abbiamo sette donne (una in meno dell’originale francese di Ozon) che si trovano rinchiuse in una casa dove, in camera sua, viene ritrovato il corpo accoltellato dell’unico maschio: marito, padre, genero, cognato, padrone e amante delle sette in questione. L’affare si intreccia via via che si scoprono dettagli e che gli altarini delle signore vengono scoperti, più o meno volontariamente. Chi è stato a uccidere il maschio? E perché? Col passare del tempo che si avvicina al Natale, le risposte cominciano a venire a galla, fino a…

Il film di Alessandro Genovesi, scritto insieme a Lisa Nur Sultan, ha un suo stile, un buon ritmo e gode di un’accurata confezione dalla scenografia alla fotografia e ai costumi. Quello che ogni tanto scende è la tensione che dovrebbe tenere inchiodati alla sedia gli spettatori come ogni buon giallo che si rispetti. "7 Donne e un Mistero" non riesce mai a diventare avvincente, dando la sensazione di non prendersi mai troppo sul serio. Nelle interpreti, tranne che nella citata Margherita Buy, c’è sempre la ricerca di un aspetto ironico se non grottesco del personaggio che fa scendere la verosimiglianza della vicenda, facendo venir meno quel pizzico di serietà indispensabile per capire con precisione se siamo nella casa demenziale di "Invito a Cena con Delitto" o in quella seria, dai tempi perfetti, di un’opera di Agatha Christie.

Qualche risata sincera la genera Ornella Vanoni nei panni dell’anziana madre, un po’ tirchia e spesso attaccata alla bottiglia. Ma forse ridiamo più perché conosciamo la cantante e non per la costruzione del personaggio.
Micaela Ramazzotti stenta a portare a casa le battute mentre Luisa Ranieri, malgrado si comporti come se già conoscesse il finale, è contenuta e ben amalgamata con il personaggio. Sabrina Impacciatore forse esagera un po’ nella macchietta del personaggio e le due “figlie" Benedetta Porcaroli (misurata e a suo agio) e Diana Del Bufalo sembrano a loro agio in un contesto molto teatrale e tutto al femminile.

16/12/2021, 08:00

Stefano Amadio