Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

OTRANTO FILM FUND FESTIVAL X - Si parte lunedì 10 settembre


OTRANTO FILM FUND FESTIVAL X - Si parte lunedì 10 settembre
Stefania Rocca
A partire da lunedì 10 settembre, per sette giorni fino a domenica 16 settembre, il Comune di Otranto ospita la X edizione di OFFF Otranto Film Fund Festival - Community Edition. Da quest’anno il festival otrantino si avvale della direzione artistica dell’attrice Stefania Rocca che promette una grande festa tra le piazze, le strade e le spiagge della cittadina pugliese. Come ogni anno il Festival promuove e celebra le opere (lungometraggi, documentari, cortometraggi) prodotte con il sostegno dei Film Fund e delle Film Commission.

Finanziato dalla Regione Puglia - Assessorato all’Industria Turistica e Culturale (FSC 2014-2020 Patto per la Puglia e FESR-FSE 2014 – 2020 Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche), il festival è realizzato dalla Fondazione Apulia Film Commission in collaborazione con Pugliapromozione e con il patrocinio e contributo del Comune di Otranto.

Sin dalla sua prima edizione, l’OFFF è stato uno dei festival del cinema sul quale la Regione Puglia e Apulia Film Commission, insieme al prezioso contributo del Comune di Otranto, hanno voluto puntare.

“Otranto e Venezia, Otranto Film Fund Festival e La Biennale, un’occasione ghiotta, in questi giorni di ribalta internazionale, in cui tessere relazioni e dare notizia dell’intrigante e ricco programma che dal 10 al 16 settembre, a Otranto, accoglierà attori, artisti, amanti e “curiosi” del cinema. - dichiara l’Assessore Regionale Loredana Capone - OFFF è uno dei grandi festival della Puglia, un festival che ha saputo guardare all’Adriatico, ai Balcani, ricucendo, attraverso il cinema, quel senso di prossimità di cui oggi avremmo tutti così tanto bisogno. È questo il messaggio di cui si fa portavoce, allora, oggi la nostra regione: a fronte di tutti i muri c’è la Puglia, con il suo manifesto più importante, la sua comunità, la sua capacità di essere sempre accogliente. Ed è proprio la “community” il tema di questa decima edizione del festival diretto da un’artista straordinaria, Stefania Rocca. Il suo è lo sguardo appassionato e attento di chi dall’esterno vuole indagare la vera anima della nostra regione. E non c’è nulla di più attraente della nostra capacità di accogliere, di far sentire a casa anche quando “la casa” è a chilometri e chilometri di cielo. Una vera e propria festa del Cinema all’aperto insomma, in un luogo magico per diritto di geografia e cultura”.

Ricordando che OFFF è una manifestazione che caratterizza la fine della stagione estiva di Otranto, che consente attraverso il cinema di conoscere i territori e le diverse culture rappresentate nelle opere in rassegna, il sindaco di Otranto Pierpaolo Cariddi aggiunge: “Siamo giunti alla decima edizione di OFFF, di anno in anno il Festival è cresciuto e per questo decimo compleanno con la Regione Puglia, Apulia Film Commission e il Comune abbiamo voluto fare al territorio, alle nostre comunità, ai turisti che ci raggiungono proprio nei mesi di settembre, sapendo della presenza di questo e altri eventi, un regalo importante affidando la direzione artistica del Festival a Stefania Rocca, che alla tanta bravura e competenza aggiunge anche un amore dichiarato alla nostra terra. L’incontro di comunità che quest’anno OFFF ci propone - continua Cariddi - rafforza ulteriormente la vocazione secolare di Otranto che nasce, nella notte dei tempi, proprio come luogo di scambio tra i diversi popoli del Mediterraneo. La nostra storia è costruita prevalentemente sugli incontri di genti diverse che a volte hanno preso da noi, altre volte ci hanno insegnato qualcosa, in uno scambio continuo culturale, tecnologico, sociale, economico, che ha consentito a tutti di crescere. OFFF proietta anche nel cinema questo atteggiamento della nostra città, del nostro territorio, della nostra comunità. Ci permette di investire in una cultura che ha la capacità di raggiungere tutti e proprio per questo può avere un ruolo decisivo per farci comprendere l’importanza dell’incontro, dello stare insieme, del sentirsi comunità, per farci comprendere il senso di esistenza che vale la pena di vivere”.

Rilevante è anche il coinvolgimento del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, rappresentato dal suo presidente, nonché ideatore e direttore artistico di uno dei più importanti festival italiani come Bif&st di Bari. “A questo importante progetto culturale non poteva mancare il Centro Sperimentale di Cinematografia - dichiara Felice Laudadio -, sia con la sua scuola di cinema, dalla quale proviene la stessa Stefania Rocca, sia con la Cineteca Nazionale che sarà presente con lo straordinario restauro di un film leggendario quale “Ultimo Tango a Parigi” di Bernardo Bertolucci. Importante sarà la presenza a Otranto in questo contesto dei lavori realizzati dagli allievi della scuola di cinema originari di una regione di frontiera culturale come la Puglia”.

Anche Antonio Parente, Direttore Generale della Fondazione Apulia Film Commission, sottolinea: “In questi anni “OFFF” ha saputo guardare al mondo, ricucendo attraverso il cinema, il senso di una prossimità foriera di grandi opportunità non solo culturali ma anche economiche. Per questa edizione, inoltre, OFFF ha voluto e saputo rinnovare le sue aspirazioni coinvolgendo come direttore artistico Stefania Rocca, una delle attrici più note e rilevati del cinema italiano, che ha messo a disposizione del festival le sue idee innovative, assieme alla sua indiscutibile professionalità e conoscenza della settima arte e la sua capacità di favorire il senso e le pratiche di nuove e interessanti community”.

Entusiasta della scelta del ruolo di direttrice artistica e fresca del Premio Kinéo a Venezia, per l’assegnazione del Best Movie Award al Talento italiano dell’anno (“Volto inconfondibile e raro del cinema italiano, Stefania Rocca ha incarnato in sala e in televisione un arco straordinariamente vario di caratteri, dimostrando un talento e una versatilità con pochi eguali. Film popolari e film d’autore, italiani e internazionali, indipendenti e ad alto budget, sempre all’insegna della qualità: Stefania Rocca rappresenta al meglio con il suo percorso lo spirito e l’ambizione dei grandi interpreti della tradizione italiana”), l’attrice Stefania Rocca commenta: “Ho affrontato questo incarico con grande curiosità, perché è l’unica cosa che mi permette di scoprire e non fermarmi alla presunzione di non aver nulla da imparare. Otranto è un piccolo paese sicuramente speciale, il più a Est d’Italia. Proteso verso l’Oriente anche culturalmente, è un luogo che si fonda su una moltitudine di influenze che hanno generato nei secoli tanti esempi di comunità diverse. La rassegna di quest’anno si intitola proprio “Community Edition”, per raccontare storie di comunità, ovunque esse siano, includendo le dinamiche del cinema indipendente, che di comunità è fatto”.

Il tema del Festival scelto da Stefania Rocca, infatti, è la Community; mostrare le storie e le dinamiche del cinema indipendente, che di comunità è fatto. Durante tutta la settimana OFFF sarà il racconto di una comunità diversa, che si ritrova in una festa del cinema aperta, che accoglie musica, happening ed incontri.

La X edizione di OFFF - Otranto Film Fund Festival Community Edition si inaugura, lunedì 10 settembre alle 18.00 sulla Spiaggia Madonna dell’Alto Mare, con una veleggiata organizzata dalla Lega Navale di Otranto. Seguirà la presentazione e la proiezione del cortometraggio “Missione mare” girato dagli alunni della scuola secondaria di I Grado dell’Istituto Comprensivo Don Bosco di Cutrofiano.

Nella stessa giornata inaugurale, alle 20.30 sempre sulla Spiaggia Madonna dell’Alto Mare, è prevista la cerimonia di apertura del Festival alla quale interverranno per i saluti istituzionali Loredana Capone (Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia), Pierpaolo Cariddi (Sindaco di Otranto).

Dopo la cerimonia, il Festival entra nel vivo con un omaggio a Charlie Chaplin, straordinario artista capace di raccontare il disagio e le ingiustizie della società industriale e delle classi emarginate. In programma le proiezioni dei film “The Kid” e “The Immigrant”, con sonorizzazione orchestrale dal vivo dell’orchestra OLES diretta da Helmut Imig. A seguire, la proiezione del film “Charlie Chaplin, le comiche Keystone” restaurato dalla Cineteca di Bologna, con sonorizzazione eseguite al pianoforte da Daniele Furlati.

09/09/2018, 09:16