I Viaggi Di Roby

VENEZIA 75 - "Nessuno Innocente", monito per tutti


VENEZIA 75 -
Una scena di "Nessuno Innocene"
Quanto ci facciamo influenzare dai luoghi comuni e dai pregiudizi, determinando il nostro comportamente senza essere davvero noi a decidere? Quanto labile il passaggio dal sentirsi vittima al diventare carnefici, ogni giorno? Queste sono le due principali domande a cui tenta di dare una risposta Toni D'Angelo nel suo efficace cortometraggio "Nessuno innocente", interpretato da Salvatore Esposito.

Un napoletano che non conosce bene Scampia se non dal "sentito dire", che ne ha un'opinione pessima falsata da un'informazione poco attenta e che - quando si trova costretto per lavoro a recarvisi - fraintende tutto, portando la storia da un inizio amaramente ironico a un'evoluzione tragica. Sostituendo "Scampia" con qualunque altra cosa, impossibile per lo spettatore non sentirsi coinvolti e porsi questioni etiche per nulla banali.

31/08/2018, 11:00

Carlo Griseri