I viaggi di Roby

ASTRADOC IX - Da gennaio a maggio


Tanti appuntamenti con i documentari italiani ed internazionali al Cinema Astra di Napoli.


ASTRADOC IX - Da gennaio a maggio
Venerdì 12 gennaio 2018 dalle ore 19.30 AstraDoc - Viaggio nel cinema del reale, la rassegna organizzata al Cinema Astra da Arci Movie, Parallelo 41, Università Federico II e Coinor, torna con l’inizio della nona edizione che andrà avanti tutti i venerdì fino a maggio 2018.

Il primo doppio appuntamento è con due film premiati a vari festival internazionali, "The Hate Destroyer" (Germania, 52’, 2017 – Premio Ucca al Biografilm Festival 2017) di Vincenzo Caruso, in collaborazione con il Goethe Institut Neapel e con Ucca nell'ambito della rassegna "L'Italia che non si vede", e "Upwelling - La risalita delle acque profonde" (Italia, 77’ 2016 – Premio della Giuria al 48° Visions du Réel di Nyon) di Pietro Pasquetti e Silvia Jop.

Saranno presenti: Maria Carmen Morese, direttrice del Goethe Institut Neapel, Roberto Roversi, Presidente Nazionale Ucca Roberto Roversi, i registi Vincenzo Caruso, Pietro Pasquetti e Silvia Jop e l’attivista Irmela Mensah-Schramm.

AstraDoc è con gli anni diventato un appuntamento culturale atteso e partecipato, una sorta di festival del cinema del reale che, per circa 6 mesi, ogni settimana, porta a Napoli eventi speciali e film documentari in esclusiva spesso accompagnati dagli autori e da altri ospiti nazionali ed internazionali

Tra i diversi arrivi previsti: Barbara Rossi Prudente con Renato Carpentieri per “Camera 431” il 26 gennaio, il regista siriano Ziad Kalthoum il 2 febbraio, vincitore del prestigioso festival Visions du Réel di Nyon con il suo film “Taste of Cement”, Steve Della Casa con il suo “Nessuno ci può giudicare” realizzato con Chiara Ronchini , evento speciale al Torino Film Festival, insieme ad Antonio Tricomi che presenterà il libro scritto con Gianfranco Coci “Bob Dylan. Cantautore da Nobel” il 23 febbraio, Concita De Gregorio e Esmeralda Calabria con il loro film “Lievito Madre”, evento speciale alla 74° Mostra del Cinema di Venezia, Antonietta De Lillo con l’accoppiata “Promessi Sposi” e “Il Signor Rotpeter”, anche quest’ultimo recente anteprima veneziana, il regista inglese Christopher Thomson, insieme ad Iain Chambers, con “The New Wild – Vita nelle terre abbandonate”. Come sempre, inoltre, ci sarà spazio anche per emergenti e giovani filmmaker, a partire da gli allievi del centro FILMaP di Arci Movie, Caterina Biasiucci (“Appunti sulla mia famiglia”) con Carlo Manzo e Francesco Romano (“Sub tuum praesidium”), con i loro documentari presentati a diversi importanti festival italiani in anteprima a Napoli il 2 marzo, ancora autori come Ilaria Urbani con “Luci sulla frontiera”, Andrea Canova con “Je so’ pazzo”, Antonello Scarpelli con “Tarda estate”, e poi grandi film internazionali come “Safari” di Ulrich Seidl, “Restare vivi: un metodo” con Iggy Pop e Michel Houellebecq, “Nico, 1988” di Susanna Nicchiarelli, “Never Ending Man: Hayao Miyazaki”, “La poltrona del padre” di Antonio Tibaldi e Alex Lora.

Da segnalare, infine, tra il 19 gennaio e il 9 febbraio, la proiezione all’interno della rassegna, dei film che concorreranno alla 5° edizione de il “Mese del Documentario” (a cura di Doc/it l’associazione dei documentaristi italiani) dal titolo “Il continente umano”. Un “festival diffuso” che propone il meglio della produzione documentaristica italiana e internazionale in 8 città e che lascerà al pubblico la scelta del miglior documentario tra “La convocazione” di Enrico Maisto, “Pagine nascoste” di Sabrina Verani, “This Is Congo” di Daniel McCabe e “Nowhere To Hide” di Zaradasht Ahmed, con i primi tre autori che saranno a Napoli per incontrare il pubblico dell’Astra.

La rassegna si chiuderà con 5 appuntamenti (20 e 27 Aprile, 4, 11 e 18 Maggio) da definire con film documentari provenienti da Festival Internazionali.

10/01/2018, 16:17

Video del giorno