FilmdiPeso - Short Film Festival

DI PADRE IN FIGLIA - L’emancipazione femminile nell'Italia di oggi


Da un soggetto di Cristina Comencini, con la regia di Riccardo Milani, è una serie di quattro puntate che saranno in onda su Rai 1 a partire dal 18 Aprile


DI PADRE IN FIGLIA - L’emancipazione femminile nell'Italia di oggi
La famiglia di "Di padre in Figlia" di Riccardo Milani
Alessio Boni interpreta Giovanni, il controverso patriarca della famiglia Franza, dal carattere burbero e una certa pragmatica indifferenza per i sentimenti delle persone che gli stanno intorno. Tornato dal Brasile, decide di aprire una distilleria di grappa puntando sulle idee dell’amico e socio Enrico Sartori (Denis Fasolo). Sposato con Franca (Stefania Rocca), inizia ad essere soddisfatto della sua famiglia solo all’arrivo del terzogenito, Antonio.

Segnato da una mentalità fortemente chiusa e improntata sul modello patriarcale, Giovanni deve fare i conti con le rivendicazioni delle tre figlie femmine che, ognuna a suo modo, cercherà il proprio riscatto e la propria realizzazione personale.

La primogenita, Maria Teresa (Cristiana Capotondi) decide di iscriversi alla facoltà di chimica, cosa inusuale per una donna e assurda per la mentalità della piccola provincia veneta di quegli anni.

La seconda figlia, Elena (Matilde Gioli), che sognava di fare la ballerina di danza classica, a causa di una gravidanza indesiderata, è costretta a mettere tutto in discussione e a fare i conti con il giudizio della gente.

La figlia più piccola, Sofia (Demetra Bellina), sarà la più ribelle, metterà nei guai anche il fratello gemello, Antonio (Roberto Gudese), e sarà la più ingestibile. Il tanto desiderato figlio maschio è gravato dalle ingombranti aspettative del padre che gli impediscono di fare quello che realmente desidera.

"Di padre in figlia" non è solo il racconto di una famiglia, ma descrive l’universo che le sta intorno: sono tanti i personaggi che daranno modo ai protagonisti di mostrare luci ed ombre del loro temperamento e avviarsi, ognuno con i propri tempi, ad una maturazione personale.

Con un interessante focus sulla storia recente, la fiction si propone il difficile cammino dell’emancipazione femminile in Italia, attraverso la ribellione studentesca, le battaglie per la parità negli anni ’70, la legge sul divorzio e sull’aborto, i cambiamenti in ambiente lavorativo e soprattutto nella mentalità delle persone.

15/04/2017, 10:00

Rita Bennardello