Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

CANNES 69 - Woody Allen e gli altri


CANNES 69 - Woody Allen e gli altri
Il Festival di Cannes, in assoluto la prima manifestazione cinematografica al mondo, con i suoi quarantamila accreditati tra cui ben 4500 rappresentanti dei media inaugura mercoled 11 maggio al Palais des Festivals Grand Thtre Lumire la sua 69. edizione con Caf Society di Woody Allen. Lottantunenne regista di Manhattan, battendo ogni record, segna la sua terza inaugurazione: nel 2002 con Hollywood Ending, nel 2011 con Midnight in Paris e questanno con Caf Society.

Da Manhattan del 1979 a Irrational Man dello scorso anno e Caf Society di questanno, il regista, sceneggiatore, attore e clarinettista jazz, di origine ebraica, marcher la sua 15. presenza sulla Croisette con film unicamente fuori concorso. Senza dubbio, Il filosofo Allen non ama la competizione.

La sua carriera cinematografica inizi nel 1965 con Whats New Pussycat? del quale fu sceneggiatore e attore principale. Inoltre egli ha girato un film ogni anno per 40 anni ed stato premiato 20 volte allOscar, ma non ha mai ritirato la statuetta. I suoi ultimi film, graditi o no, conoscono sempre successo. Inoltre gli ultimi sono pi impregnati di umorismo e meno di elucubrazioni pseudo filosofiche. Quelli in cui figura solo come regista e non come attore sono pi godibili. Si spera che Caf Society sia di una buona annata come lo stato Irrational Man nel 2015, lungometraggio che ha fatto pensare, ma che ha anche divertito. Lultimo Woody Allen narra la storia di un giovane intelligente e intraprendente, che sbarca a Hollwood negli anni 30 con la speranza di lavorare nellindustria cinematografica, ma che si fa ammaliare dal Caf Society, genere di spettacolo prediletto dalla societ dandy da una parte e dallaltra dellOceano, descritta magistralmente da Francis Scott Fitzgerald nel Grande Gatsby e in Tenera la notte e filmata con altrettanta bravura da Baz Luhrman.

Caf Society oltre ad un di un cast di ottimi attori quali Kristen Stewart, Jesse Eisenberg Steve Carell si avvale un direttore della fotografia di rinomanza mondiale: Vittorio Storaro vincitore di ben tre Oscar: Apocalypse Now di Francis Ford Coppola nel 1980, Reds di Warren Beatty nel 1982 e Lultmo Imperatore di Bernardo Bertolucci nel 1988. Per la prima volta nella storia del Festival La Palma dOro verr proiettato come film di chiusura.

I film ambiscono alla Palma dOro, il premio pi prestigioso nel mondo del cinema, questanno sono 20, dei quali ben 13 di registi europei . La cinematografia italiana che lo scorso anno contava ben tre lungometraggi, questanno assente dal Concorso. Per si rifa in Un Certain Regard con Pericle, il Nero di Stefano Mordini e nella Quinzaine des Ralisateurs dove presente con ben 3 film: La Pazza Gioia di Paolo Virz con Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi, Fiore di Claudio Giovannesi e in apertura di kermesse Fai bei sogni di Marco Bellocchio pellicola tratta dal romanzo di Massimo Gramellini.

LItalia presente anche nella sezione Classics del Festival con le pellicole Signore e Signori di Pietro Germi, Terrore nello spazio di Mario Bava e un documentario sulla famiglia Coppola, The Family Whistle di Michele Russo.

La Svizzera pu contare su due film danimazione Ma vie de Courgette di Claude Barras e Bei Wind und Wetter di Remo Scherrer, ma soprattutto della luminosa presenza dellattrice Martha Keller presidente della giuria di un Certain Regard.

03/05/2016, 13:59

Augusto Orsi