I Viaggi Di Roby

SGUARDI SUL REALE 6 - Gli appuntamenti della terza giornata


Si parla di agricoltura sociale con il doc “Nuove Terre”. Bobo Rondelli fa rivivere in musica il genio di Piero Ciampi.


SGUARDI SUL REALE 6 - Gli appuntamenti della terza giornata
"Refugees" di Alessandro Penso
Sarà Bobo Rondelli l’ospite speciale della terza giornata di Sguardi sul Reale, sabato 16 aprile ore 21.30 all’auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini (Ar). Il cantautore livornese porterà sul palcoscenico “Ciampi ve lo faccio vedere io”, uno spettacolo dedicato all'illustre musicista e concittadino Piero Ciampi, autore di capolavori indimenticabili che negli anni ‘70 hanno reinventato la musica d’autore italiana. Uno show scarno e minimale, un tavolino, un bicchiere di vino e poche luci, accompagnato da Fabio Marchiori alle tastiere e Filippo Ceccarini alla tromba, con l'unico scopo di enfatizzare al massimo la musica e il genio maledetto di Ciampi.

Tra gli eventi da non perdere anche l’apertura della mostra dedicata al fotoreportage “Qui e Altrove”, che sarà inaugurata alla presenza degli autori alle 18.00 presso l’Aula del Consiglio (via Poggio Bracciolini 3/b). Tre i fotografi protagonisti: Francesco Cito (World Press Photo Contest 1995-96), che con Afghanistan restituisce una tra le più tragiche pagine della storia afghana, quella dell’Invasione dell’Armata Rossa; Alessandro Penso (TIME Photo Story 2015), che conRefugees in Bulgaria, offre un approfondimento sull’attualissimo tema dei profughi siriani e del loro esodo verso l’Europa;Giuseppe Cardoni, che con "Boxing Notes" realizza un raffinato lavoro sulla boxe in Italia, tra mito e tempo presente, tema di particolare attualità ricorrendo quest’anno il centenario della Federazione Pugilistica Italiana. L’esposizione, allestita anche a Palazzo Concini (via Concino Concini 41/d), sarà visitabile fino a martedì 19 aprile.

Alle Fornaci le proiezioni partiranno alle 17.00 con “Nuove Terre” di Francesca Comencini e Fabio Pellarin (Italia, 2015, 72’), cinque cortometraggi che hanno come filo conduttore l’agricoltura sociale. Storie diverse tra loro e ambientate in luoghi differenti, ma tutte accomunate da esperienze in cui l’attività agricola è il mezzo per promuovere azioni co-terapeutiche, di riabilitazione e di coinvolgimento attivo di persone svantaggiate, a rischio di esclusione. L’evento sarà in collaborazione con Paterna – Soc. Agr. Coop., alla presenza di Fabio Pellarin, Marco Noferi (Paterna – Soc. Agr. Coop.), Saverio Senni (docente di Economia e politica dello sviluppo rurale), Giuseppe Cardamone (psichiatra) e Daniele Corsi.

Alle 19.30 sarà possibile partecipare a una cena a cura di Paterna – Soc. Agr. Coop., Betadue – Coop. Sociale, Margherita + - Soc. Coop. Sociale, Arkadia Onlus (12€). Alle 20.30 presso lo spazio esterno dell’auditorium in programma “Eccoli” di Stefano Ricci (Italia, 2015, 20’): documentario costruito sul materiale preveniente dalla Collezione Osbat Basaglia. Girato da Giorgio Osbat nell'ospedale di Gorizia soprattutto durante le sedute di musicoterapia, Eccoli evoca la memoria degli anni rivoluzionari e belli di Franco Basaglia e del suo lavoro per abbattere le barriere tra i manicomi e il resto del mondo e restituire ai degenti la dignità di esseri umani.

Francesco Cito e Alessandro Penso saranno anche protagonisti dei due workshop di reportage fotografico "Andare, guardare, raccontare" e "Fotografare il nostro tempo". Nel primo, Cito approfondirà le principali questioni che devono essere affrontate nella costruzione di un reportage, mentre nel secondo, il giovane e sempre più affermato fotoreporter Alessandro Penso spiegherà in cosa consiste la sua professione e tutto quello che sta dietro e intorno l’ideazione, la progettazione e la realizzazione di un progetto di storytelling fotografico. In entrambi i casi sarà possibile per gli iscritti presentare un piccolo portfolio personale per una lettura da parte del docente. L’iniziativa continuerà fino a domenica 17 aprile.

Sguardi Factory Lab ospiterà inoltre "Memorie di Carta", laboratorio per bambini dai 6 anni in su tenuto da La Mandragola per costruire cartoline pop-up con le foto dell’Archivio ‘900 di Terranuova Bracciolini.

15/04/2016, 11:59