OFF - Ortigia Film festival
I viaggi di Roby

VENEZIA 72 - "Non Essere Cattivo"


Prodotto da Valerio Mastandrea, l'ultimo film di Claudio Caligari l'esaltazione delle sue doti di narratore e di regista. Personaggi, storia, spettacolo. Un film


VENEZIA 72 -
Luca Marinelli e Alessandro Borghi in "Non Essere cattivo"
un grande, ottimo frullato tra "Amore Tossico" e "L'Odore della Notte", questo terzo e ultimo film di Claudio Caligari. Il regista, scomparso dopo le riprese nel maggio scorso, mette insieme i luoghi, i temi, le facce e gli odori dei suoi due film precedenti e assesta un colpo che poteva tranquillamente essere da Concorso e che uscir nei cinema l'8 settembre, subito dopo la proiezione alla Mostra.

Ostia, met degli anni 90, due amici vivono tra spaccio, piccoli furti e serate di eccessi: sono Vittorio e Cesare, personaggi che offrono agli interpreti Alessandro Borghi e Luca Marinelli la possibilit di mettere in scena una performance di altissimo livello, sempre in difficile equilibrio tra follia e realt, tra esaltazione e dramma familiare. I due attori colgono alla grande questa occasione e fanno da traino alla storia e alla buona riuscita non solo dei loro, ma anche degli altri personaggi.

Non Essere Cattivo duro ma cos realistico da non sembrare mai esagerato e non si ferma al semplice profilo dei personaggi ma si monta intorno a una storia sviluppata e girata con l'indispensabile spettacolarit di cui il cinema ha sempre bisogno. L'inizio forte, come nei film di una volta, con la corsa in macchina, la scazzottata, la presentazione dei personaggi mai didascalica o raccontata, ma sempre dettata attraverso le immagini e le situazioni.

Caligari ha confermato con questo ultimo film, la sua capacit di fare cinema, di vedere e raccontare con precisione le cose ai margini, ma che toccano la sensibilit di tutti.

Oltre alle grandissime interpretazioni di Alessandro Borghi, che avevamo notato e segnalato gi dal suo primo film "5" di Francesco Domined nel 2009, e Luca Marinelli, pi affermato ma mai in parte come in questo film, troviamo le attrici Silvia D'Amico e Roberta Mattei giuste e sofferenti nel dover inseguire i loro ragazzi tra le sporche e pericolose strade di Ostia e della vita.

07/09/2015, 10:31

Stefano Amadio